Lotta alla cimice asiatica, Regione Liguria: “continua il piano di contenimento sulla scia dei risultati ottenuti”

Alessandro Piana

Nuovi rilasci del Trissolcus Japonicus (Vespa Samurai) in Liguria il 28 e il 29 giugno per il contrasto alla proliferazione della cimice asiatica.

“Le vespe samurai innocue per l’uomo, le api e gli animali, si stanno rivelando efficaci – spiega il vice presidente di Regione Liguria con delega all’Agricoltura, Alessandro Piana – tanto che Regione Liguria ha ottenuto il rinnovo dell’autorizzazione alle immissioni dal Ministero della Transizione Ecologica. La nuova tornata, la prima del 2022, coinvolgerà 9 siti da Ponente a Levante (Badalucco, Pontedassio, Albenga, Finale Ligure, Savona, Rapallo, Lavagna, Follo e Sarzana), insistendo sugli areali a vocazione agricola maggiormente colpiti dalla cimice asiatica . Mi complimento con gli uffici e con i tecnici del Servizio Fitosanitario Regionale che si occupano delle immissioni e monitorano costantemente la situazione per ottenere il riequilibrio ecologico incoraggiando l’insediamento della vespa samurai sul nostro territorio. Il successo dell’iniziativa è frutto di proficue sinergie del personale specializzato con tecnici, aziende agricole, istituti agrari e privati cittadini che stanno partecipando attivamente all’attività di raccolta e di controllo”.

Un progetto importante per l’ambiente e per dare respiro alle imprese del territorio, per quelle coltivazioni, come le olive da mensa, che sono state danneggiate duramente negli anni passati dalla cimice asiatica.