L’artigianato savonese cresce grazie ai giovani imprenditori

Confartigianato Savona punta sugli artigiani under 40

giovani

I dati che delineano il primo trimestre del 2022 evidenziano la fiducia nel futuro da parte dei giovani, con un incremento di quelli che hanno deciso di investire sul territorio savonese.

Con un +0,06%, infatti, la Liguria si posiziona tra le cinque regioni con un saldo in attivo e tra le sette con performance dell’artigianato migliore.

Savona è la seconda provincia per incidenza delle imprese giovanili: il 20% dei giovani imprenditori liguri opera sul nostro territorio per un totale di 2.085 imprese giovanili attive.

I settori che registrano una maggiore presenza di giovani sono quelli dell’artigianato: edile, manifatturiero, ristorazione e servizi per la persona.Contestualmente la fotografia dell’albo artigiani per il primo trimestre del 2022 evidenzia una tenuta sui medesimi settori su cui l’imprenditoria giovanile si è concentrata, confermando una vocazione artigiana del territorio.

Un trend post pandemia che fa ben sperare nella ripartenza e su cui Confartigianato Savona intende avviare un’azione di monitoraggio e sostegno.

“I giovani hanno un impatto di vitale importanza per l’economia e l’identità savonese. È indispensabile continuare a sostenere in modo incisivo queste realtà che, del resto, rappresentano l’avvenire dell’intera categoria. Il nostro obbiettivo è tutelare, valorizzare e innovare la tradizione e le abilità legate ai nostri mestieri” dichiara Confartigianato, che continua “vogliamo incentivare la nascita di nuove realtà e supportare quelle già esistenti offrendo soluzioni e sviluppando opportunità tramite un sistema di dialogo anche con strumenti di controllo aziendale innovativi”.

Sarà possibile prendere contatto con l’associazione per un colloquio conoscitivo senza impegno compilando il format: https://www.confartigianato.savona.it/invia-le-tue-richieste-confartigianato-savona