Green Up Spa ed EcoSavona Srl: archiviato il procedimento penale che le vedeva coinvolte per la ipotesi di reato di disastro ambientale colposo

martelletto

Il relazione al Procedimento Penale N. 535/20/21 R.G.P.M.  instaurato presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Savona per le ipotesi di disastro ambientale colposo legato  alla presenza di concentrazioni di sostanze inquinanti nelle acque sottostanti alle discariche site in Vado Ligure, località Boscaccio e località Bossarino, rispettivamente di proprietà della società Ecosavona Srl e della società Green Up Spa, che portò, in data 19 ottobre 2020, all’accesso del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Savona  e  al fine di porre a vincolo probatorio alcuni luoghi siti all’interno del perimetro delle citate  Discariche, si legge in una nota congiunta delle aziende, «siamo liti di comunicare  che il G.I.P., su richiesta dei Pubblici Ministeri Dr. Ferro e Dr. Martini , ha ordinato l’archiviazione del procedimento penale perché la notizia di reato è stata ritenuta infondata per i motivi indicati dai suddetti P.M. nella richiesta di archiviazione.»

«La suddetta archiviazione – prosegue la nota – è stata disposta all’esito della instaurazione di incidente probatorio ex art. 360 c.p.p., nonché di accertamento tecnico irripetibile ex art. 360 c.p.p., che ha portato, grazie  alle relazioni redatte sia dai consulenti nominati da entrambe le Società che dai consulenti nominati dal G.I.P., ad escludere la presenza di concentrazioni di sostanze inquinanti nelle acque sottostanti alle discariche. Quanto sopra evidenzia come entrambe le società, Green Up Spa e Ecosavona Srl abbiano sempre sostenuto, in totale buona fede, la completa insussistenza di tale contestazione, anche in virtù della buona gestione che in tutti questi anni ha sempre assicurato la salvaguardia della salute degli utenti e del territorio, in generale.»

«Siamo lieti di constatare e sottolineare che la Procura della Repubblica di Savona, pur avendo avviato le indagini  al fine di verificare la presenza di concentrazioni di sostanze inquinanti nelle acque sottostanti alle Discariche, nell’interesse della Salute Pubblica, abbia avuto l’onestà intellettuale , all’esito  dell’espletamento degli accertamenti  eseguiti durante la fase delle indagini preliminari, di accertare e riconoscere l’infondatezza della notizia di reato che pure avevano correttamente perseguito nel corso del procedimento iniziato  durante l’estate del 2019.»

 «Generano grande soddisfazione le motivazioni della richiesta di archiviazione formulata dai Pubblici Ministeri assegnatari, Dr. Ferro e Dr. Martini, i quali hanno effettuato una significativa argomentazione per giungere a ricomprendere, al fine di ben sostenere la infondatezza della notizia di reato che era stata elaborata dal Comando della Guardia di Finanza di Savona, anche la circostanza che i superamenti riscontrati nelle acque di falda potessero ricondursi a cause di origine naturale. La suddetta archiviazione rende giustizia all’operato sempre trasparente e sempre corretto delle società Green Up Spa e Ecosavona Srl e, soprattutto, evidenzia l’utilità di una aperta e fattiva collaborazione fra l’autorità giudiziaria  e i gestori in campo ambientale,  nell’interesse della salvaguardia dell’ambiente e dell’utenza delle città che ospitano i nostri impianti.»