Ad Alassio per il ripascimento stop nel week end

Ad Alassio per il ripascimento un paio di giorni di stop e da lunedì ripartiranno i lavori. Torna in porto a Imperia, la Gino Cucco, ma solo per due giorni il tempo necessario per la normale manutenzione, il rifornimento di carburante e di acqua. Per tutto il fine settimana la Baia del Sole sarà esclusivamente campo di regata per i J40. Da lunedì mattina però, l’ormai nota sagoma del nave dragaggi rifarà la sua comparsa da Capo Mele per dirigersi davanti alla Cappelletta per il primo carico di sabbia.

“Stiamo rispettando tutto il cronoprogramma – spiega Rocco Invernizzi, assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Alassio – complice un mese di maggio che ci ha riservato condizioni meteo marine ideali per lavorare. Lunedì si riprenderà dalla zona bagni torione mentre nella giornata odierna di è provveduto allo spianamento del materiale posizionamento tra i Bagni Lino e i Bagni Savoi . In corso d’opera qui abbiamo verificato un imprevisto incremento del fenomeno erosivo che ci ha spinto a valutare la possibilità di redigere una variante al progetto, supportata dai rilievi elaborati. Per questa ragione per mantenere la linearità di costa abbiamo previsto di incrementare l’apporto di sabbia: nei giorni scorsi sono già stati fatti tre sbarchi aggiuntivi a levante e due si faranno a ponente del Torrione.”

“L’aumento dell’importo contrattuale di € 89.099,16, già al netto del ribasso contrattuale del 6,164%, oltre oneri fiscali – si legge sulla delibera di giunta del 18 maggio scorso –  trova copertura finanziaria nella somma già stanziata per l’appalto, senza necessità di ulteriori impegni di spesa e senza modifica nel quadro economico dell’opera”.
“Sono molto soddisfatto – il commento del sindaco Marco Melgrati – della collaborazione che si è instaurata con l’assessore Regionale Giampedrone che sta dando i suoi frutti, visibili sotto gli occhi di tutti, regalando ad Alassio un front line adeguato a proteggere l’abitato e ad ospitare i molti turisti che arriveranno quest’estate”.