Nuovo ponte su Rio Casazza tra Loano e Borghetto: progetto da 1,5 milioni per migliorare viabilità, sicurezza ed ambiente

Un ponte tra Loano e Borghetto Santo Spirito. E’ quello al quale stanno lavorando le amministrazioni comunali delle due località rivierasche e che è al centro di un accordo di programma per la richiesta congiunta di contributi nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Il progetto, che ha un importo complessivo di un milione e mezzo di euro, prevede la realizzazione di un ponte che, scavalcando Rio Casazza, colleghi tra di loro via Como e località Prigliani. L’opera permetterà di rendere più fluida e decongestionare la viabilità della via Aurelia e di facilitare il collegamento con il casello autostradale di Borghetto e la futura stazione che proprio in quella zona dovrebbe sorgere (una volta portato a termine il raddoppio ferroviario). Inoltre, consentirà di risolvere in parte le “lacune” della rete stradale tra le periferie di Loano e di Borghetto e, inoltre, di rifunzionalizzare le aree oggi esistenti migliorando viabilità pedonale e veicolare.

“Con una viabilità più fluida – notano il sindaco di Loano Luca Lettieri ed il primo cittadino di Borghetto Giancarlo Canepa – avremo anche un deciso abbattimento del carico di inquinamento esistente lungo la dorsale del litorale e, aspetto non secondario, di valorizzare le aree intercomunali per le quali sono già in corso interventi di miglioramento e riqualificazione. Ne è un esempio il nuovo parco che sorgerà a Borghetto e che sarà ricavato dalla riconversione a bosco di 12 mila metri quadrati di area urbana”.
L’area di Rio Casazza verrà riqualificata e valorizzata anche dal punto di vista ambientale e lungo il corso d’acqua verranno realizzate opere in grado di ridurre il rischio di esondazione. In particolare, il progetto prevede l’allargamento dell’alveo e la costruzione di un nuovo muro d’argine sulla sponda sinistra (sul lato di Loano).

“Il progetto – sottolineano ancora Lettieri e Canepa – si inquadra nell’ambito delle strategie e delle azioni finalizzate all’incremento delle infrastrutture per la protezione e valorizzazione dell’ambiente. L’obiettivo complessivo è quello di favorire l’adattamento del territorio ai cambiamenti climatici e di ridurre le emissioni di anidride carbonica, con il conseguente miglioramento della qualità dell’aria”.