Brunello Brunetto e le tappe del “tour sulla sanità territoriale”

In nove mesi 38 comuni sui 69 totali, pari al 55 per cento circa, sono quelli nei quali ha fatto tappa il “tour sulla sanità territoriale” realizzato – dal 18 giugno 2021 al 18 marzo 2022 – da Brunello Brunetto, consigliere regionale della Lega e presidente della II Commissione Salute e Sicurezza sociale.

Un tour che ha portato il medico (già Primario di Anestesia e Rianimazione degli Ospedali di Savona e Cairo Montenotte e direttore del Dipartimento di Emergenza Urgenza della ASL2 Savonese) ad incontrare e dialogare con le principali figure del mondo socio-sanitario locale. A cominciare dagli amministratori locali: negli ultimi nove mesi Brunetto ha incontrato 37 Sindaci, un Commissario prefettizio, 13 Vicesindaci, 24 Assessori, 31 Consiglieri comunali e un Presidente di Consiglio comunale.

“I Sindaci sono i primi responsabili della salute pubblica di un comune. – nota l’esponente del Carroccio – Per conoscere caratteristiche, necessità e criticità di una determinata località in tale ambito, dunque, è necessario ascoltare il punto di vista di chi è in costante dialogo con i cittadini e con chi questi servizi li garantisce”.

Come i medici, i rappresentanti delle Pubbliche assistenze e delle Associazioni di volontariato o i farmacisti. Nel corso del suo tour, Brunetto ha incontrato i rappresentanti di 15 Pubbliche assistenze e 9 Comitati di Croce Rossa Italiana, di 19 sedi AVIS e di una sezione di Protezione civile, 56 colleghi medici (in particolare 45 medici di Medicina generale, 5 odontoiatri, 4 pediatri e altri 2 specialisti), i titolari o gestori di 46 farmacie e i rappresentanti di Federfarma.

“Oltre a svolgere per più di 35 anni la professione di medico anestesista, ho prestato servizio anche come volontario CRI e di AVIS. – ricorda ancora Brunetto – Perciò ho avuto possibilità di conoscere da vicino il lavoro quotidiano di queste importantissime realtà. Nel corso degli anni le associazioni che operano in ambito socio-sanitario hanno dovuto fare i conti con diverse tipologie di difficoltà: dalla ‘crisi delle vocazioni’ ai tagli ai contributi alla pandemia da SarS-CoV. Inoltre, pur appartenendo alla medesima associazione, ogni sede svolge le proprie attività in maniera differente rispetto alle altre. Come Presidente della II Commissione regionale (e prima ancora come medico) è quindi mio dovere fare quanto in mio potere per agevolare al massimo il compito di queste realtà”.

Brunetto ha anche visitato 25 Residenze protette, la sede di un Servizio dipendenze, 4 punti di Elisoccorso e due importanti realtà produttive.

“Questo tour si sta rivelando utilissimo per conoscere meglio e ancora più da vicino come funzionano i servizi socio-sanitari del nostro territorio. Per concluderlo occorreranno ancora diversi mesi. Una volta che avrò visitato tutti i comuni del Savonese, ricomincerò da capo. Perché nel frattempo le caratteristiche, necessità e criticità delle varie località saranno cambiate. Ed è mio desiderio essere costantemente vicino al territorio”, conclude Brunetto.