“Tre uomini e una culla” vince il Premio Camera di Commercio delle riviere liguri

È “Tre uomini e una culla”, la delicata e divertente commedia di Coline Serreau, lo spettacolo del 55° Festival teatrale di Borgio Verezzi ad aggiudicarsi il premio Camera di Commercio delle riviere liguri, destinato ogni anno alla rappresentazione di maggior successo della rassegna teatrale.

La commedia, prodotta da Artisti Associati di Gorizia, ha portato sul palco verezzino una compagnia affiatata e tre protagonisti come Attilio Fontana, Giorgio Lupano e Gabriele Pignotta (quest’ultimo anche regista): il giornalista Roberto Trovato, nella sua recensione sulla rivista teatrale “Sipario”, li ha definiti “impeccabili” e “interpreti di grandissima bravura”.

Con tre serate di posti esauriti e l’apprezzamento da parte di pubblico e critica, “Tre uomini e una culla” ha attirato Verezzi un migliaio di persone, con ricadute economiche molto positive per gli esercenti e i commercianti verezzini, e si è conquistata uno spazio non indifferente sui media, contribuendo così alla promozione del territorio.

Questa la motivazione del premio, che sarà consegnato dal presidente camerale Enrico Lupi – riconfermato una settimana fa al vertice dell’ente – durante una serata del Festival 2022: «Sapiente e ben riuscita miscela di tenerezza e divertimento, la commedia emoziona e strappa sorrisi (irresistibile la scena in cui Lupano e Pignotta si affannano a cambiare il pannolino al bebè, abbandonato davanti all’ingresso della loro abitazione), ma anche capace di commuovere, quando i tre scapoli si affezionano sempre di più alla bambina, che all’inizio avevano considerato una fastidiosa rompiscatole».