Sottosegretario Costa in visita al Gaslini: “Eccellenza italiana di cui andare orgogliosi. Investire nella ricerca”

Visita Costa al Gaslini

“Il Gaslini è un’eccellenza del nostro Sistema Sanitario Nazionale, fiore all’occhiello della sanità della Regione Liguria, con i quasi 30 mila ricoveri annui e le 550 mila prestazioni ambulatoriali prestate nell’arco dell’anno. Più del 40% dei pazienti viene da fuori regione e da oltre 70 Paesi nel mondo. La forte vocazione alla ricerca scientifica lo rende uno dei principali centri per tutte le specialità pediatriche e chirurgiche infantili. Ed io sono orgoglioso che il nostro Paese possa vantare una struttura che ha ricevuto il riconoscimento della Joint Commission International (JCI), l’ente internazionale che certifica la qualità e la sicurezza degli ospedali in tutto il mondo, per la quinta volta consecutiva”.

È quanto dichiara il sottosegretario di Stato alla Salute Andrea Costa, a margine della visita istituzionale all’Ospedale Pediatrico Gaslini di Genova, tenutasi oggi, lunedì 10 maggio. Ad accoglierlo, il presidente dell’Istituto Edoardo Garrone, il direttore generale Renato Botti, il direttore scientifico Angelo Ravelli, il direttore sanitario Raffaele Spiazzi, il direttore UOC neuropsichiatria infantile Lino Nobili e il direttore UOC Terapia intensiva neonatale e pediatrica Andrea Moscatelli.

“Nel confronto – spiega il sottosegretario – con i dirigenti dell’ospedale e con i professori Nobili e Moscatelli ho avuto modo anche di conoscere e apprezzare i numerosi gesti di solidarietà che l’Istituto riceve a sostegno della ricerca scientifica. Testimonianza dell’esistenza di una rete di privati, fondazioni, onlus, istituzioni che agiscono con l’unico obiettivo di garantire il diritto alla salute e alla vita dei bambini. Penso, tra gli altri, al progetto #Rossobelin, ideato dal creativo ligure Nicolò Camaiora, che vede coinvolte alcune delle aziende liguri d’eccellenza in una raccolta fondi per la ricerca contro una malattia rara, la narcolessia infantile. Questo ultimo anno ci ha confermato quanto sia fondamentale investire nella ricerca, elemento prezioso per garantire ai cittadini una Sanità efficace, efficiente e di buona qualità, rispondente ai reali bisogni di assistenza e cura del Paese”.

“Colgo l’occasione per ringraziare tutto il personale medico, gli infermieri e gli operatori sanitari che con profonda umanità, professionalità, e competenza hanno aiutato le nostre bambine e i nostri bambini, i nostri ragazzi e le nostre ragazze ad affrontare questi 14 delicati e critici mesi di pandemia, offrendo sostegno e assistenza, anche nei casi in aumento di disagio giovanile causato dal lockdown, e continuando a prendersi cura dei pazienti più fragili, come dimostrano i due trapianti di rene pediatrici eseguiti tra venerdì e sabato scorso e il trasferimento dal Kosovo in Italia del piccolo Rron affetto da una cardiopatia congenita che richiedeva un intervento urgente non effettuabile nel suo Paese. L’IRCCS ligure è uno dei pochi centri pediatrici ed europei in grado di garantire la stabilizzazione ed il trasporto di neonati e bambini critici in Italia e all’estero. Il Ministero della Salute è vicino alle esigenze di questi piccoli pazienti e delle loro famiglie e proseguirà a lavorare in coordinamento con il Gaslini e gli altri ospedali pediatrici sul territorio nazionale per fornire le migliori risposte a tutela della salute e per la promozione del benessere sanitario e sociale. I fondi del Recovery rappresenteranno una grande opportunità anche per questa struttura”, conclude il sottosegretario Costa.