Loano, nella Sala del Mosaico la mostra “Giochi d’acqua” di Cristina Sartore

Opera Cristina Sartore

Dal 10 al 28 maggio la Sala del Mosaico di Palazzo Doria a Loano ospiterà “Giochi d’acqua”, mostra di opere (acquerelli, olii e acrilici) realizzate dalla pittrice Cristina Sartore. Nata a Genova, Cristina Sartore ha vissuto in Piemonte per molto tempo. Ora vive a Loano. Ha sempre avuto la passione per il disegno, che per lei rappresenta “un rifugio nei momenti tristi e un modo per dare uno sbocco alla mia creatività”.

Ha sperimentato varie tecniche (acquerello, acrilico, tempera, olio) e successivamente ha frequentato i corsi di pittura a olio presso l’associazione artistica “Torchio e Pennello” con la professoressa Manuela Ferrando. «Nella sua immediatezza e delicatezza, l’acquerello le permette di ottenere colori vibranti e trasparenti: le sembra così di poter “trasmettere maggiormente le emozioni, realizzando paesaggi e fiori delicati e realistici oppure composizioni più istintive e immediate nelle quali i colori si mescolano tra di loro creando suggestioni cromatiche che mi piacciono molto”. Con i colori a olio realizza paesaggi e ritratti: trova affascinante dipingere un volto, cercando di cogliere la parte emotiva del soggetto.»

Alcune opere sono state premiate alla mostra concorso di Badalucco: “Utopia di pace” (nudo femminile) nel 2019 e “Ninfee” nel 2020, entrambi realizzati a olio. Cristina propone delle opere intrise di intenso lirismo, capaci di manifestare il suo delicato punto di vista sul mondo. La natura trattiene intatto il mistero dell’esistenza: Cristina Sartore sa coglierlo, osservare e far osservare. La mostra, che gode del patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano, sarà visitabile dal lunedì al venerdì negli orari di apertura degli uffici comunali. L’ingresso è libero.


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%