Scuola per lo sviluppo sostenibile ASviS in Liguria; Caprioglio (ANCI Liguria): “Straordinario strumento per formare gli amministratori locali sui temi dell’Agenda 2030”

Caprioglio Asvis

Al via l’edizione 2021 della “Scuola per il Benessere e il Futuro dei Territori” organizzata da ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) in collaborazione con la Fondazione Enel e la Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile, ANCI Liguria e Regione Liguria.

La Scuola è destinata agli amministratori locali e ai funzionari pubblici ed affronterà in modo integrato i temi della sostenibilità partendo dai territori, luoghi fondamentali per concretizzare i progetti e le azioni necessarie per la realizzazione degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. Verranno messe in risalto le principali trasformazioni che caratterizzeranno la Decade of Action e che saranno necessarie per accelerare il processo di raggiungimento degli Obiettivi dell’Agenda 2030.

“Nella consapevolezza, come affermato dall’ex Segretario delle Nazioni Unite, che la battaglia per la sostenibilità si vince o si perde nelle Città, la ‘Scuola per il Benessere e il Futuro dei Territori’ promossa da ASviS rappresenta uno straordinario strumento per formare gli amministratori locali che, a loro volta, dovranno essere capaci di coinvolgere in questo percorso virtuoso gli altri protagonisti, a partire dai cittadini: il vero motore della tanto auspicata mobilitazione globale – afferma la vicepresidente di ANCI Liguria Ilaria Caprioglio, Sindaco di Savona e responsabile dell’edizione ligure della Scuola – Diffondere fra gli abitanti delle città la consapevolezza che saranno, soprattutto, loro i veri artifici del vivere sostenibile rappresenta probabilmente la sfida più grande: sviluppare la resilienza nei cittadini costituisce un passaggio complesso che le amministrazioni locali devono compiere sulla scorta di quel principio di sussidiarietà sancito dalla stessa Carta costituzionale”.

“La Decade of Action – prosegue Caprioglio – ovvero il periodo temporale per giungere al 2030, pone istituzioni, settore pubblico e privato, singoli cittadini davanti alla grande sfida di ripensare a un modello che stia alla base dello sviluppo sostenibile, in un momento storico caratterizzato da un’emergenza sanitaria globale e da una conseguente grave crisi economica e sociale: la formazione è il primo passo da compiere in tale direzione”, conclude Caprioglio.

Per iscriversi bisogna compilare il form sul sito www.asvis.it entro il 3 maggio 2021. Per i partecipanti selezionati sono previste borse di studio Full Scholarship, offerte dalla Fondazione Enel e dai partner locali.