Albenga, sopralluoghi per la predisposizione del piano generale di bonifica

Sindaco: "Attraverso il Consorzio di Bonifica riusciremo ad avere interventi puntuali su rii e canali in modo da garantire la sicurezza dei nostri concittadini e tutelare sempre più le imprese agricole del territorio"

Albenga - sopralluogo Morachioli

Consorzio di bonifica. Nei giorni scorsi il dott. Massimo Morachioli, geologo incaricato dal Comune di Albenga a predisporre il piano generale di bonifica, ha iniziato i sopralluoghi e le ispezioni di rii, canali e fossati presenti sul territorio comunale. “Massima la collaborazione da parte dell’ufficio tecnico del Comune di Albenga e degli imprenditori agricoli della piana che hanno avuto modo di incontrarlo”. I sopralluoghi continueranno nelle prossime settimane.

Afferma l’assessore all’agricoltura Silvia Pelosi: “Stiamo compiendo passi concreti che porteranno Albenga a predisporre il piano generale necessario per la costituzione del Consorzio di Bonifica, l’ente che avrà come compito principale quello di programmare e coordinare interventi di pulizia di rii, canali e fossati e valutare tutte quelle azioni necessarie a tutelare la sicurezza idraulica del nostro territorio così bello, ma al tempo stesso così fragile. Ringrazio ancora una volta il dott. Morachioli, i tecnici del Consorzio di Bonifica e Irrigazione Canale Lunense che si sono messi a disposizione per aiutarci a perseguire questo obiettivo, i nostri dirigenti e tecnici comunali e le associazioni di categoria che stanno condividendo ogni fase di questo percorso.”

Aggiunge il sindaco Riccardo Tomatis: “La tutela del nostro territorio è uno degli obiettivi primari della nostra Amministrazione. Attraverso il Consorzio di Bonifica riusciremo ad avere interventi puntuali su rii e canali in modo da garantire la sicurezza dei nostri concittadini e tutelare sempre più le imprese agricole del territorio da quegli eventi meteorologici che, purtroppo, sono sempre più frequenti anche a causa del mutamento delle condizioni climatiche degli ultimi anni”.

Dopo la realizzazione del piano di bonifica che mapperà la rete idrica del territorio ingauno valutandone le caratteristiche e necessità, si procederà, anche attraverso un confronto costante con i rappresentanti di categoria, ad individuare delle microaree per le quali sarà valutato l’indice di beneficio dell’attività del consorzio al fine di realizzare una simulazione di bilancio necessaria per valutare l’incidenza economica dello stesso sui cittadini e quindi poter effettuare tutte le valutazioni necessarie alla costituzione del Consorzio.