Liguria, azioni a tutela del piccolo commercio locale

carrello negozio

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la mozione 9, presentata da Stefano Mai (Lega Liguria-Salvini) e sottoscritto dai colleghi del gruppo, che impegna la giunta ad attuare una campagna di sensibilizzazione per l’acquisto di prodotti locali nei negozi di vicinato; a supportare iniziative presso le piccole imprese locali per la vendita diretta online; a sensibilizzare le amministrazioni comunali affinché lavorino per realizzare reti comunali, comprensoriali e di vallata tra i negozi di vicinato per stimolare gli acquirenti a servirsi degli esercizi commerciali del luogo di residenza; a sostenere gli esercenti nell’utilizzo dei canali di vendita via web in modo tale che non siano esclusi da una consistente fetta di mercato.

Il documento, inoltre, chiede al Governo e UE sostegni che evitino la chiusura dei negozi di vicinato; di monitorare l’efficienza degli effetti della recente introduzione dell’”Imposta sui servizi digitali” e rilevare l’eventuale necessità di modifiche e integrazioni, qualora si dimostrasse utile ampliarne e/o approfondirne l’incidenza. La mozione, infine, chiede di vigilare contro gli accordi fiscali stipulati fra società multinazionali e alcuni Stati europei (tax ruling).

Gli interventi in aula

Ferruccio Sansa (Lista Ferruccio Sansa Presidente) ha annunciato voto favorevole alla mozione sottolineando la disponibilità del suo gruppo di sostenere documenti ritenuti giusti, al di là delle logiche di schieramento.

Paolo Ugolini (Mov5Stelle) ha espresso parere favorevole al documento condannando le facilitazioni fiscali concesse alle società multinazionali da alcuni governi e ha sostenuto la necessità di una tassazione globale e omogenea.

Luca Garibaldi (Pd-Articolo Uno) si è dichiarato a favore della mozione richiamando, però, la giunta e il gruppo della Lega, in particolare, ad una maggiore coerenza rispetto alla tutela del piccolo commercio.

Gianni Pastorino (Linea Condivisa) ha ribadito il voto favorevole al documento rilevando, però, che la giunta, in precedenza, ha sostenuto misure anche a sostegno della grande distribuzione e ha invitato l’amministrazione ad una maggiore coerenza sul tema.

Lilli Lauro (Cambiamo con Toti presidente) ha chiesto a Mai di poter aggiungere le firme dei componenti del suo gruppo alla mozione. Lauro, replicando agli interventi di alcuni consiglieri di minoranza, ha ribadito l’attenzione già dimostrata dalla giunta al sostegno dei piccoli esercizi commerciali.

Sergio Rossetti (Pd-Articolo Uno) ha annunciato voto favorevole rilevando, però, la necessità di dibattere sull’oppressione fiscale che colpisce piccoli artigiani e commercianti e ha sostenuto che ci sarebbero responsabilità anche della giunta circa le difficoltà di accesso al credito per queste categorie.

Stefano Balleari (FdI) ha chiesto di aggiungere la firma dei componenti del gruppo alla mozione condividendo, in particolare, nell’impegnativa, la creazione di rete comunali e di vallata fra i negozi di vicinato.

Alessandro Bozzano (Cambiamo con Toti presidente) ha espresso parere favorevole al documento spiegando che il testo rappresenta un punto di partenza in un percorso che dovrà essere perseguìto.

L’assessore allo Sviluppo Economico Andrea Benveduti ha annunciato, a nome della giunta, voto favorevole sottolineando le difficoltà ulteriori subìte dal settore durante la pandemia e illustrando le iniziative già assunte dalla giunta per tutelare la categoria e permettere ai piccoli esercizi di intercettare meglio la domanda.


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%