Arci, “Vogliamo continuare a curare la socialità”: presidio sotto la Regione Liguria

dialoghi interrogativi

“Vogliamo continuare a curare la socialità”. Questo, oltre a essere lo slogan della campagna di mobilitazione di ARCI Liguria, “vuole essere anche la questione politica preminente di tutta l’Associazione a livello regionale”. Dopo gli esiti positivi a seguito dei presìdi sotto le Prefetture di Imperia, Savona, Genova e La Spezia, il 5 marzo scorso, ARCI Liguria torna in piazza martedì 16, a Genova, sotto la sede della Regione, alle ore 9.30 in occasione del Consiglio Regionale straordinario sulla campagna vaccinale

“Abbiamo dimostrato che vogliamo, attraverso il lavoro dei nostri circoli, garantire socialità, solidarietà, umanità e cultura anche dopo questa terribile pandemia confermando che non sono in ballo solo ‘interessi di bottega’ per quanto legittimi” precisa una nota dell’associazione.

“Come Presidenza regionale abbiamo riflettuto sui prossimi passi e crediamo che l’appuntamento della convocazione straordinaria del Consiglio Regionale della Liguria sul piano vaccini del 16 Marzo prossimo possa essere l’occasione per noi per continuare a chiedere attenzione, risposte concrete sui ristori ed anche una risposta alla nostra disponibilità di metterci a disposizione per la campagna vaccinale avanzata nel mese scorso direttamente al Presidente della Regione, ai Direttori Generali delle ASL, al Commissario Straordinario di ALISA e all’ANCI Liguria”.

Il presidio sarà anticipato da una mail con le lettere inviate al Presidente Toti, alle Asl, ad Alisa destinata a tutti i consiglieri regionali. “A seguito del presidio stiamo altresì organizzando una iniziativa online di confronto con il mondo delle Istituzioni e della politica invitando tra gli altri consiglieri regionali e parlamentari” conclude la presidenza do ARCI Liguria.