Albenga, abbruciamenti: 2 denunce e 2 sanzioni amministrative

Silvia Pelosi

Continua l’attività dell’ufficio tutela del territorio della Polizia Locale di Albenga relativa al controllo e verifica sugli abbruciamenti. L’iniziativa ha preso il via anche per dare una risposta alle segnalazioni provenienti dai comitati dei cittadini di controllo del vicinato. Il bilancio degli ultimi mesi vede 2 persone identificate e sanzionate (sulla base del regolamento di polizia rurale e del T.U. ambientale del 2006 e ulteriori modifiche) e persone denunciate per aver smaltito prodotti della propria azienda agricola bruciandoli.

La Polizia Locale ricorda in particolare che sulla base delle disposizioni in vigore non è possibile bruciare prodotti provenienti dalla produzione agricola che, invece, devono essere smaltiti in discarica. È possibile bruciare esclusivamente paglia, piccoli sfalci e rami relativi a potature con cumuli non superiori ai 3 metri cubi.


L’assessore all’agricoltura Silvia Pelosi: “La tutela ambientale è particolarmente importante per la nostra Amministrazione, per questo, in accordo con le associazioni di categoria con le quali collaboro e mi confronto costantemente, stiamo discutendo i termini per apportare le opportune modifiche al regolamento di polizia rurale, che sarà completato a breve e che disciplinerà in maniera ancor più chiara questa materia che, lo ricordiamo, è già normata a livello nazionale.”

L’assessore Mauro Vannucci: “Questa attività rientra a pieno titolo nel concetto di sicurezza dei cittadini come forma di tutela della loro salute. Un controllo su tali sconsiderati abbruciamenti, che a volte possono costituire, per i materiali combusti, un vero e proprio pericolo ambientale, costituisce una vera e propria garanzia per il proprio benessere, anche sotto il profilo della qualità della vita.”