Piaggio Aerospace: sono quattro le offerte per rilevare i complessi aziendali

Vincenzo Nicastro - P180

Villanova d’Albenga | Sono quattro i soggetti che hanno risposto positivamente all’invito a presentare offerte non vincolanti per l’acquisizione dei beni aziendali di Piaggio Aero Industries e Piaggio Aviation, le due società in amministrazione straordinaria che operano sotto il marchio Piaggio Aerospace

Le proposte, giunte sul tavolo del Commissario di Piaggio Aerospace Vincenzo Nicastro entro il termine delle 18:00 di venerdì scorso, verranno nelle prossime settimane valutate dallo stesso Commissario in collaborazione con un team di esperti: un’analisi che verrà poi inviata al Ministero per lo Sviluppo Economico al fine di poter avviare – ricevute le relative autorizzazioni – la negoziazione con chi avrà presentato il progetto ritenuto migliore.  È previsto che tali trattative durino al massimo un mese, per arrivare poi a un’offerta irrevocabile e vincolante. 

“La rosa di proposte di acquisto che abbiamo ricevuto è ampia”, ha commentato il Commissario Nicastro. “Ora inizia la fase più delicata, che spero porti a individuare la soluzione ottimale nell’interesse non soltanto di Piaggio Aerospace e di chi vi lavora, ma anche di quanti vantano crediti nei confronti della società”. 

Le sollecitazioni a presentare offerte erano state recapitate ai cinque soggetti che avevano esplicitamente confermato – a valle dell’analisi della situazione economico-patrimoniale delle due società e delle loro potenzialità di sviluppo – il proprio interesse all’acquisto e che avevano nel contempo ribadito la volontà di rilevarne i complessi aziendali nella loro interezza.