Covid, Albenga mette a disposizione l’auditorium San Carlo per la campagna vaccinale

Via Roma ad Albenga

Il Comune di Albenga, oltre alla tensostruttura di Campolau che rimarrà operativa a Vadino, mette a disposizione l’Auditorium San Carlo per la campagna vaccinale Anti-Covid che vedrà in campo i medici di medicina generale. Dopo una prima ipotesi che vedeva la partenza delle vaccinazioni ad opera dei medici di famiglia a Villanova d’Albenga il sindaco Riccardo Tomatis si è nuovamente reso disponibile a valutare una sede idonea sul territorio ingauno in modo da agevolare utenti e personale sanitario.

Il sindaco Riccardo Tomatis: “Ieri mattina ho incontrato il direttore generale dell’Asl2 savonese, Marco Demonte Prioli insieme al dottor Pirino presidente della Fondazione Oddi e il personale dell’Asl al fine di valutare al meglio tutte le esigenze del territorio e degli utenti che dovranno accedere alla campagna vaccinale che vedrà in campo i medici di medicina generale. Abbiamo effettuato un sopralluogo presso l’Auditorium San Carlo che è stato ritenuto la sede più idonea a dare una risposta concreta a tutto il comprensorio ed agevolare il più possibile, sia grazie alla sua collocazione che per accessibilità, la campagna vaccinale. Ringrazio il direttore generale dott. Prioli, la dottorssa Brusa per la disponibilità dimostrata nell’ascoltare le esigenze del territorio. La collaborazione tra Asl 2 e Amministrazione comunale ancora una volta è riuscita a dare risposte rapide e concrete alle esigenze emerse.”

Nei prossimi giorni, quindi, avrà inizio anche presso l’Auditorium San Carlo la campagna vaccinale che vedrà in campo i medici di medicina generale sostenuti e coadiuvati da personale messo a disposizione dall’Asl (2 infermieri, 2 Oss, 1 amministrativo e 1 assistente). “Parlando anche nella mia qualità di Presidente del Distretto Socio – Sanitario albenganese non posso che ringraziare tutto il personale sanitario e non che, ogni giorno, è impegnato nella campagna vaccinale indispensabile nella lotta contro il Coronavirus” conclude il sindaco.