Regione Liguria, No alla chiusura delle sedi Polstrada a Finale Ligure e Sanremo

audizione_siulp

Il Consiglio regionale oggi ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 212, sottoscritto da tutti i gruppi, che impegna la giunta ad attivarsi nelle sedi competenti a livello ministeriale affinché vengano considerate soluzioni alternative per scongiurare la paventata chiusura dei due distaccamenti di Sanremo e Finale Ligure, indispensabili per garantire la sicurezza stradale e la legalità di un territorio che, essendo anche di confine, è caratterizzato non solo da importanti flussi di traffico ma anche da una forte presenza di fenomeni di criminalità.

Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno ha predisposto un progetto di riorganizzazione della presenza della Polizia stradale sul territorio chiamato ‘Piano di razionalizzazione degli uffici della specialità Polizia Stradale’ che prevede un riallineamento della forza organica di distaccamenti, sottosezioni, sezioni e compartimenti. Nell’ambito del Compartimento Polizia Stradale per la Liguria è previsto l’accorpamento, con contestuale soppressione di due distaccamenti, appunto quello di Sanremo e quello di Finale Ligure che verranno assorbiti rispettivamente da Ventimiglia ed Albenga.

A margine della seduta si è tenuto anche un incontro tra l’assessore regionale ai Rapporti con le Organizzazioni sindacali Gianni Berrino, alcuni consiglieri regionali e il Siulp. “No alla chiusura dei distaccamenti della Polizia Stradale a Sanremo e Finale Ligure. In tal senso, anche a seguito dell’incontro che abbiamo avuto oggi a margine della seduta consiliare con i rappresentanti del sindacato di Polizia, l’Assemblea legislativa della Liguria ha approvato all’unanimità un ordine del giorno” commentano i consiglieri regionali della Lega Mabel Riolfo e Stefano Mai, “per scongiurare la paventata chiusura dei due reparti della Polstrada, indispensabili per garantire la sicurezza e la legalità in un territorio che è caratterizzato non solo da importanti flussi di traffico veicolare, ma anche da una forte presenza di fenomeni di criminalità”.

Anche per i consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Veronica Russo, Stefano Balleari e Sauro Manucci “Si tratta di due sedi indispensabili per garantire la sicurezza stradale e la legalità in un territorio che, essendo anche di confine, è caratterizzato non solo da importanti flussi di traffico ma anche da una forte presenza di fenomeni di criminalità”. “Siamo assolutamente contrari a questa decisione – ribadiscono Russo, Balleari e Mannucci – perché il distaccamento di Sanremo, essendo situato in una posizione equidistante dal confine francese e dalla città di Imperia, dal punto di vista operativo ha un ruolo strategico e rilevante soprattutto nei periodi in cui il traffico sulle strade e autostrade del territorio, per diversi motivi è più congestionato. Quello di Finale invece è un importante presidio sul territorio, in particolare per quanto riguarda l’azione di controllo dei flussi di traffico pesante da e per il porto di Savona, che sempre più incide sulla sicurezza delle strade cittadine”. “Secondo quanto riportato nel documento organizzativo del Ministero la soppressione dei due distaccamenti sembra essere finalizzata al conseguimento di economie gestionali e virtuose: noi riteniamo che la sicurezza stradale, la prevenzione e la tutela dei cittadini dalla criminalità non abbiano prezzo”, concludono i consiglieri.  


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%