Nuovo carcere nel savonese, Vazio: “i sopralluoghi daranno nuova spinta al progetto”

Il sindaco di Cengio Francesco Dotta proporrà quattro aree: il sito dell’ex Acna, Pianrocchetta, l’area Castellaro e i Vignali. Il sindaco di Cairo Montenotte avanzerà la proposta della zona del Tecchio

Franco Vazio

Conferma sui sopralluoghi dei funzionari del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (DAP) e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) il 3 e 4 febbraio prossimi in Valbormida – a Cairo e a Cengio – per la realizzazione del nuovo carcere nel savonese.

“Sono stati rispettati i programmi e le tempistiche che ci eravamo dati con i sindaci e il presidente della Provincia di Savona” commenta l’On. Franco Vazio (Pd), vicepresidente Commissione Giustizia Camera dei Deputati: “saranno proprio i sindaci ad accompagnare i funzionari e illustrare loro i dossier relativi alle aree indicate sia a Cairo Montenotte sia a Cengio, in modo che nulla sia lasciato al caso e che le verifiche di idoneità delle aree possano esaurirsi in pochissimo tempo”.

“Come avevamo avuto modo di riferire, il DAP ritiene che la superficie necessaria per realizzare un carcere moderno, dignitoso ed efficiente, per i detenuti, polizia penitenziaria, magistrati ed avvocati non possa essere inferiore a 50.000 metri quadri. E le aree oggetto di verifica e di sopralluogo hanno proprio tali caratteristiche e dimensioni. Il sindaco di Cengio Francesco Dotta proporrà quattro aree: il sito dell’ex Acna, Pianrocchetta, l’area Castellaro e i Vignali. Il sindaco di Cairo Montenotte avanzerà la proposta della zona del Tecchio”.

“Siamo sulla strada giusta. La procedura è stata avviata, i tempi rigorosamente rispettati; inoltre esiste piena sintonia istituzionale e politica. Insomma, ci sono tutte le condizioni per fare bene e presto, anche da un punto di vista tecnico, così da cogliere questa straordinaria opportunità” conclude Vazio.

Speciale IBS leggere l’attualità. Una selezione di libri che aiutino a decifrare ciò che accade in Italia e nel mondo e capire i temi più caldi del momento