Punto nascite S. Corona: convocato urgentemente distretto sociosanitario di Albenga e Finale

Il sindaco di Albenga Tomatis: “Senza voler ostacolare quelle che sono le strategie più efficaci per la lotta alla pandemia da Coronavirus, noi pretendiamo che il punto nascite venga ripristinato non appena possibile e con un numero adeguato di medici”

Ospedale Santa Corona - Pietra-Ligure

Albenga / Pietra Ligure | Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis ha convocato con urgenza la conferenza del distretto sociosanitario del comprensorio ingauno in modalità congiunta con la conferenza del distretto del finalese per discutere il futuro del Punto nascita dell’Ospedale S. Corona. L’incontro si terrà in modalità videoconferenza domani, martedì 10 novembre, alle ore 17,30.

Afferma il sindaco Riccardo Tomatis: “Per la prima volta da che sono in Amministrazione (prima come vicesindaco e ora come sindaco) il distretto sociosanitario di Albenga si incontrerà, seppur virtualmente come da disposizioni AntiCovid, con quello finalese per trattare il tema della sospensione del punto nascite dell’Ospedale di S. Corona. Come sappiamo il punto nascite, infatti, è di fondamentale importanza per tutto il nostro territorio che vive una carenza cronica dal punto di vista infrastrutturale e nel quale, quindi, è ancora più importante avere una sanità territoriale diffusa”.

“Senza voler ostacolare quelle che sono le strategie più efficaci per la lotta alla pandemia da Coronavirus, noi pretendiamo che il punto nascite venga ripristinato non appena possibile, non solo, ma che venga anche dotato di un numero adeguato di personale medico che oggi non ha. Solo in questo modo si potrà mantenere un servizio indispensabile per il nostro territorio che fa riferimento a tutta l’area costiera e a tutto l’entroterra di Albenga e Finale.” L’auspicio è che da questo incontro possa uscire un documento unico condiviso da tutti i comuni di entrambi i comprensori.