Coronavirus: consegna simbolica di 800 maschere protettive donate da Babboleo onlus agli ospedali liguri

Le maschere, dotate di filtro ffp3 e riutilizzabili, verranno distribuite a tutte le terapie intensive, a protezione del personale sanitario impegnato nelle aree di maggior criticità

Donazione da Babboleo onlus agli ospedali liguri

Genova |Si è svolta oggi, presso la Sala della Trasparenza di Regione Liguria, la cerimonia di consegna ‘simbolica’ delle 800 maschere granfacciali Covid-19, donate dall’Associazione Babboleo Onlus del Gruppo Radiofonico Babboleo agli Ospedali del territorio ligure.

Il progetto di donazione, nato dalla volontà della dottoressa Rebecca Angelica Miscioscia, intende fornire al personale sanitario impegnato nell’area di maggior criticità, ovvero la terapia intensiva, avanzati dispositivi di protezione da utilizzare durante la pandemia da Coronavirus e ha lo scopo di garantire la copertura di tutte le terapie intensive presenti in Liguria.

In particolare, 130 maschere sono state destinate all’Ospedale Policlinico San Martino mentre 80 saranno distribuite nei prossimi giorni a ciascuna delle altre strutture, Asl1, Asl2, Asl3, Asl4, Asl5, E.O. Ospedali Galliera e Ospedale Evangelico Internazionale.

Le maschere, prodotte dall’azienda genovese Mestel Safety della Ocean Reef Group, sterilizzabili e dunque riutilizzabili, hanno ricevuto dall’Inail la certificazione come dispositivo di protezione individuale di terza categoria, ovvero la massima categoria protettiva, essendo dotate di filtro ffp3, potendo così garantire elevati standard di protezione e il loro utilizzo in ambito sanitario.

Le maschere donate potranno poi continuare ad essere utilizzate dal personale sanitario anche al di fuori dell’emergenza Covid-19, per proteggere non solo la respirazione, ma anche occhi e bocca durante il trattamento di tutte quelle patologie dove il rischio di contagio è alto.

Giovanni Toti, Presidente di Regione Liguria: «Quella che stiamo affrontando è un’emergenza senza precedenti. Per superarla è fondamentale che ciascuno faccia la propria parte, prima di tutto rispettando le regole che abbiamo imparato a conoscere per contrastare i contagi. Sono certo che insieme ce la faremo. La donazione da parte di Babboleo Onlus di queste maschere, strumenti preziosi nella lotta al Covid-19, va esattamente in questa direzione e si unisce a tanti gesti di generosità che abbiamo visto in questi mesi da parte dei genovesi e dei liguri nei confronti del nostro personale sanitario, impegnato in prima linea per salvare vite».

Giovanni Ucci, Direttore Generale dell’Ospedale Policlinico San Martino: «Il San Martino riceve a nome di tutte le strutture sanitarie liguri la generosa donazione di questo presidio, molto importante per garantire la sicurezza degli operatori e, di conseguenza, per assicurare la continuità dei servizi. A nome di tutti ringraziamo l’Associazione Babboleo Onlus per la generosità ma anche per la vicinanza in un momento in cui tutto il sistema è costretto ad un incredibile sforzo dalla pandemia. Nei prossimi giorni partirà la ridistribuzione delle maschere in base alle necessità di ciascuna struttura, per fare in modo ci aiutino a proseguire con successo la lotta al virus».

Rebecca Angelica Miscioscia, Coordinatrice dei Progetti Benefici in Tema Sanitario dell’Associazione Babboleo Onlus: «Sono estremamente orgogliosa del progetto di donazione portato avanti per l’Associazione Babboleo Onlus a favore di tutte le terapie intensive della Liguria. In questo anno di profonda crisi sanitaria e di incertezze, Babboleo ha saputo essere vicina al suo territorio, la Liguria, in maniera concreta e significativa. La donazione di 800 maschere granfacciali, dotate della più alta capacità protettiva, sta già proteggendo i medici e gli altri operatori sanitari che lavorano nelle terapie intensive di tutta la Liguria. Ringrazio il Gruppo Radiofonico Babboleo e la Mestel Safety della Ocean Reef Group per l’impegno e l’amore nei confronti del proprio territorio e dei Liguri. Mi auguro che questa iniziativa nata dal cuore di un medico, per i medici e dal brand rappresentativo della Liguria, per i Liguri abbia la giusta risonanza mediatica, perché un impegno così importante, concreto e veloce è qualcosa di unico e veramente speciale».