Servizi sociali Albenga, Vespo: “Abbiamo istituito un tavolo per l’emergenza”

“Insieme al consigliere comunale con delega al volontariato Martina Isoleri stiamo già iniziando a programmare le opportune attività e progetti per affrontare la nuova emergenza"

Simona Vespo assessore Comune di Albenga

Albenga | “Come al solito – afferma L’assessore alle politiche sociali Simona Vespo – il consigliere Ciangherotti è pronto a fare polemica e a sentenziare maldestramente l’operato degli uffici strumentalizzando tutto ciò che possono essere le necessità ed esigenze delle persone, ma non è pronto a collaborare. Se lui è venuto a conoscenza del caso di questa signora poteva passare dagli uffici e farne opportuna segnalazione che, invece, non ci è ancora pervenuta”.

“Per quanto riguarda i nostri servizi territoriali e sociali – prosegue l’assessore – voglio specificare che essi sono all’altezza e pronti ad affrontare qualsiasi emergenza, tant’è vero che nel precedente lockdown non abbiamo chiuso nessun servizio e abbiamo lavorato benissimo riuscendo ad essere molto presenti sul territorio grazie anche al dirigente e al funzionario preposti che hanno coordinato in maniera egregia un lavoro direi eccellente. Sull’accusa relativa all’assenza dell’assessore vorrei innanzitutto sottolineare che se lui passasse qualche volta dagli uffici, forse si accorgerebbe che non è così”.

“Insieme al consigliere comunale con delega al volontariato Martina Isoleri – riassume Simona Vespo – stiamo già iniziando a programmare le opportune attività e progetti per affrontare la nuova emergenza. Abbiamo istituito un tavolo per l’emergenza al quale siedono le associazioni di volontariato attive sul territorio, la protezione civile, la polizia locale, gli uffici comunali e gli amministratori e ci siamo già incontrati al fine di programmare e coordinare le consegne a domicilio per aiutare le persone in difficoltà e per coordinare il lavoro degli assistenti domiciliari”.

“Le assistenti domiciliari che abbiamo vanno già a casa delle persone che ne hanno bisogno e aiutano gli anziani nelle loro piccole faccende domestiche e le persone non autonome a lavarsi. Come il consigliere Ciangherotti sa, non siamo forniti di assistenti socio-sanitarie, argomento già discusso nelle opportune sedi, e mi rammarico che un consigliere comunale che sa come lavorano gli uffici e il loro impegno vada a fare polemica invece che dare un supporto valido. Ciò è mortificante. Del resto ormai tutti sanno come lavora il consigliere Ciangherotti che ama fare polemica, gridare al lupo al lupo e fare sue iniziative già intraprese da questa Amministrazione. Ciò che mi meraviglia è come non abbia ancora imparato che questo non è un atteggiamento positivo ed infatti, purtroppo per lui, l’ha portato a non essere nella sedia che voleva in Regione. Perciò che si rassegni: strumentalizzare notizie sui giornali di cose già programmate o progetti già attuati non porta da nessuna parte”.

Conclude l’assessore Vespo: “Io ho sempre invitato il consigliere Ciangherotti al dialogo, a contattarmi quando ci sono casi da segnalare così come fanno tutte le associazioni di volontariato, gli enti e i cittadini al fine di trovare una soluzione e intervenire così come sempre facciamo in questi casi. Lui evidentemente ritiene di non volerlo fare e non si rende conto che, parlando così non fa un torto all’assessore, ma agli uffici che sono preparati e hanno sempre dato un servizio importante risolvendo molti casi anche durante l’emergenza”.