Seduta di insediamento del Consiglio Regione Liguria: i primi atti

Vicepresidente Armando Sanna, consigliere segretario Claudio Muzio. Medusei è il ventunesimo presidente dell’Assemblea legislativa della Liguria. Giovanni Toti ha giurato fedeltà a Costituzione e Statuto della Regione Liguria

Panoramica aula Consiglio Regione Liguria

Genova | La prima seduta dell’XI Legislatura si è aperta ufficialmente questa mattina nell’aula del Consiglio regionale, a Genova. A presiedere l’Assemblea è stato il consigliere più anziano, Sauro Manucci (nato nel 1953), coadiuvato dai consiglieri più giovani in qualità di segretari: Selena Candia (nata nel 1987) e Enrico Ioculano (nato nel 1985).

Costituita la Giunta per le elezioni. Il primo atto è stato la costituzione della Giunta per le Elezioni, l’organismo deputato a verificare i requisiti dei Consiglieri regionali e la compatibilità degli incarichi. La Giunta è composta da cinque consiglieri eletti con voto limitato ad un solo nome. Gianni Pastorino ha annunciato per la minoranza la candidatura di Luca Garibaldi e Paolo Ugolini. Lilli Lauro per la maggioranza ha indicato la candidatura di Alessio Piana, Stefano Balleari e Stefano Anzalone.

Toti mentre vota

Al termine delle votazioni a scrutinio segreto per appello nominale, sono stati eletti componenti della Giunta per le Elezioni Stefano Anzalone (7 voti), Luca Garibaldi (7 voti), Alessio Piana (6 voti), Stefano Balleari (5 voti) Paolo Ugolini (5 voti). Entro un mese la Giunta delle Elezioni, così costituita, dovrà comunicare al Consiglio il risultato delle proprie verifiche.

Elezione dell’Ufficio di presidenza del Consiglio. Il secondo atto è stato l’elezione dell’Ufficio di presidenza, sempre con voto a scrutinio segreto per appello nominale. Ferruccio Sansa ha proposto come candidato presidente, in rappresentanza della minoranza, Armando Sanna. Lilli Lauro ha proposto come candidato presidente, in rappresentanza della maggioranza, Gianmarco Medusei. Gianmarco Medusei è stato eletto con 18 voti presidente del Consiglio regionale. Nella stessa votazione è stato eletto vicepresidente Armando Sanna con 12 voti.



Medusei è il ventunesimo presidente del Consiglio regionale della Liguria e il secondo spezzino che ricopre questo incarico dopo Angelo Landi. Al termine dell’elezione contestuale di presidente e vicepresidente, Sauro Mannucci ha lasciato al neo eletto Medusei la poltrona di presidente. Immediatamente dopo l’elezione, Medusei ha chiesto all’Assemblea di osservare un minuto di silenzio in memoria delle vittime del maltempo che si è abbattuto, in particolare sull’imperiese, all’inizio del mese.

Intervento Medusei

Primo intervento del nuovo presidente del Consiglio Gianmarco Medusei

«A quanti mi hanno dato fiducia  – ha esordito nel suo primo intervento in qualità di presidente dell’Assemblea legislativa – assicuro  totale dedizione al ruolo attribuitomi.  Sono certo che  l’equanimità  a cui tendo improntare il mio operato sarà il miglior strumento per conquistare quella di quanti, oggi, hanno fatto una scelta diversa». Medusei ha quindi ringraziato Sauro Manucci, che ha aperto i lavori del Consiglio, Alessandro Piana e Francesco Bruzzone, che hanno presieduto l’Assemblea nella legislatura precedente. «Al Presidente Toti assicuro – ha aggiunto – che, nel rispetto del necessario equilibrio tra la sfera legislativa e quella decisionale, si  consoliderà  quel rapporto  di  leale collaborazione che è  elemento imprescindibile  per una incisiva attività di governo del territorio. Con la mia elezione alla carica di Presidente del Consiglio regionale ho il grande onore e la grande responsabilità di dover rappresentare un’Assemblea legislativa di così alto prestigio ed, altresì, di dover rappresentare tutti voi con rigore ed imparzialità, garantendo a ciascun consigliere i diritti e le prerogative che lo Statuto dispone solennemente”.

“Cari colleghi – ha sottolineato rivolgendosi ai consiglieri – sappiate che potrete contare sulla mia lealtà. Sono alla  mia prima esperienza in questa Assemblea legislativa e metterò il massimo impegno possibile per presiederla al meglio e garantirne l’autonomia, contando sulla vostra collaborazione, con il grande rispetto che nutro, da sempre, per le Istituzioni». Medusei ha assicurato il rispetto scrupoloso delle disposizioni contenute nello Statuto della Regione Liguria e ha citato, in particolare, gli articoli 20 e 21 e le funzioni attribuite agli altri componenti dell’Ufficio di presidenza. «Sono sicuro – ha aggiunto – che in questa sede sapremo responsabilmente, ciascuno nel proprio ruolo, agire  sempre  nell’interesse comune. Voglio assicurare  fin d’ora  a tutti  gli enti locali  la massima disponibilità  del Consiglio regionale. Ogni comunità troverà nel Presidente ed in questo Consiglio  un interlocutore attento e determinato a tradurne le legittime  istanze in  interventi  idonei ed opportuni  al fine di comporre un quadro di programmazione capace di dare nuovo slancio  alla Liguria».

Il presidente ha fatto un riferimento preciso al difficile momento che la Liguria e tutto il paese stanno attraversando: «Questa legislatura avrà la responsabilità e l’ambizione per essere ricordata come quella che ha sostenuto i cittadini liguri in questo momento difficile e delicato. Possiamo, tutti insieme, nel rispetto reciproco delle differenti posizioni ed opinioni, contribuire a scrivere una pagina importante per il nostro territorio ed il nostro compito sarà quello di dare risposte concrete alle esigenze dei nostri concittadini alle prese con l’emergenza sanitaria e la crisi economica dovute alla pandemia. Ogni giorno dovremo ricordarci il mandato ricevuto affinché non si perdano mai di vista gli obiettivi da traguardare con quella forza e tenacia tipiche di noi liguri. Il mio auspicio è che la politica lasci spazio alla concretezza, senza rincorrere tatticismi e dibattiti fini a se stessi. La Liguria – ha concluso – sia modello anche in questo, soprattutto in questo complicato momento storico in cui è necessario unire e  non certo dividere, in cui è necessario dare certezze. La forza di una classe dirigente matura, come non ho dubbi sia quella rappresentata oggi in quest’aula ,ha le qualità e le capacità per provarci».


Dopo l’intervento del Presidente, il Consiglio ha proceduto con la votazione, sempre a scrutinio segreto, del Consigliere segretario dell’Ufficio di presidenza. Lilli Lauro, in rappresentanza della maggioranza, ha indicato come candidato Claudio Muzio. Nella successiva votazione è stato eletto Consigliere segretario Claudio Muzio con 18 voti a favore e 12 schede bianche.

Ufficio di presidenza XI Legislatura Regione Liguria

Il giuramento del presidente della Giunta Toti

Il giuramento del presidente della Giunta regionale Giovanni Toti. Prima della conclusione della seduta il presidente della giunta Giovanni Toti ha salutato il nuovo Consiglio regionale e, sottolineando la difficile situazione sanitaria che sta attraversando il Paese, ha auspicato una leale collaborazione fra maggioranza e opposizione:  “Vorrei dare il benvenuto a tutti i nuovi arrivati in consiglio regionale, credo che il vuoto e il silenzio che circonda questa aula rendano ancora più solenne questo insediamento dell’assemblea legislativa  e rendano plasticamente il peso della responsabilità che grava su ciascuno di noi”. Al termine della sua breve orazione ha infine prestato giuramento: «Giuro di essere fedele alla Costituzione della Repubblica, allo Statuto della Regione Liguria e alle leggi – ha dichiarato – e di esercitare l’incarico di Presidente della Giunta regionale nell’interesse della Regione e della Comunità ligure».



Alla seduta di insediamento non ha partecipato per motivi personali Angelo Vaccarezza: “Come già molti di voi sanno – è stato il messaggio di stamattina ai suoi elettori – l’isolamento volontario in attesa dell’esito dei controlli di sicurezza anti Covid-19 non mi permette di essere presente di persona, ma è ovvio che sarò li con tutto il cuore. Sarò idealmente vicino a tutta la mia squadra, pronto a fare il bene del territorio per i prossimi cinque anni. Essere Presidente del Gruppo Consiliare più grande della Regione, con ben nove Consiglieri, è una responsabilità di cui sono fiero e ringrazio il Presidente Toti e i colleghi per la fiducia concessami. Avrò inoltre il compito di Coordinatore Regionale di ‘Cambiamo!’”.


I PRESIDENTI DEL CONSIGLIO REGIONALE 1970-2020

Enrico GhioDemocrazia cristianaluglio -settembre 1970
Paolo MacchiavelliPartito socialista italianosettembre 1970-luglio 1975
Paolo MacchiavelliPartito socialista italianoluglio 1975-maggio 1976
Angelo LandiPartito socialista italiano
maggio 1976-luglio 1980
Angelo LandiPartito socialista italiano
luglio-novembre 1980
Armando MagliottoPartito comunista italianonovembre 1980-settembre 1981
Fausto CuocoloDemocrazia cristianasettembre 1981-giugno 1985
Fausto CuocoloDemocrazia cristiana
giugno -novembre 1985
Luciano VerdaDemocrazia cristiananovembre 1985-giugno 1990
Rosavio BellasioDemocrazia cristiana
giugno-settembre 1990
Giovanni PersicoPartito repubblicano italianosettembre 1990-maggio 1995
Giuliano GallantiPartito democratico della sinistramaggio 1995-gennaio 1997
Fulvio CerofoliniPartito democratico della sinistragennaio 1997-maggio 2000
Vincenzo Gianni PlinioAlleanza nazionalemaggio 2000-agosto 2002
Francesco BruzzoneLega Nord
agosto 2002-maggio 2005
Giacomo RonzittiUnione a sinistra
maggio 2005-maggio 2010
Rosario MonteleoneUnione di centromaggio 2010-novembre 2013
Michele BoffaPartito democraticonovembre 2013-giugno 2015
Francesco BruzzoneLega Nord Liguria-Salvini
luglio 2015-marzo 2018
Alessandro PianaLega Nord Liguria-Salvini
marzo 2018-ottobre 2020
Gianmarco MeduseiLega Nord Liguria-Salvini
ottobre 2020

I PRESIDENTI DELLA GIUNTA 1970-2020

Gianni DagninoDemocrazia cristianasettembre 1970-aprile 1975
Giorgio Luciano VerdaDemocrazia cristianaaprile-luglio1975
Angelo CarossinoPartito comunista italianoluglio 1975-luglio 1979
Armando MagliottoPartito comunista italianoluglio 1979-ottobre 1980
Giovanni PersicoPartito repubblicano italianoottobre 1980-settembre 1981
Alberto TeardoPartito socialista italianosettembre 1981-agosto 1983
Rinaldo MagnaniPartito socialista italianoagosto 1983-marzo 1990
Renzo MuratorePartito socialista italianomarzo- settembre 1990
Giacomo GualcoDemocrazia cristianasettembre 1990-gennaio 1992
Edmondo FerreroDemocrazia cristianagennaio 1992-luglio 1994
Giancarlo MoriDc poi Ppiluglio 1994-maggio 2000
Sandro BiasottiPer la Liguriamaggio 2000-aprile 2005
Claudio BurlandoPartito democraticomaggio 2005-aprile 2010
Claudio BurlandoPartito democraticoaprile 2010-giugno 2015
Giovanni TotiLista Toti-Forza Italiagiugno 2015-ottobre 2020
Giovanni TotiLista Cambiamo con Toti presidenteottobre 2020