Marina di Alassio, i prodotti a Km zero salgono a bordo

Coldiretti Savona e Marina d’Alassio siglano la collaborazione per realizzare attività di promozione del territorio e delle produzioni locali

Porto di Alassio

Alassio | Grandi protagoniste le eccellenze della piana d’Albenga e della provincia savonese presso il Porto di Alassio, dove questo venerdì, tra presentazione del video Sea Experience e showcooking mare/terra, sarà firmato il protocollo d’intesa per la promozione, a tutto tondo delle produzioni territoriali a bordo delle imbarcazioni dei diportisti della Marina di Alassio.

Si stanno ultimando i preparativi per svolgere, in completa sicurezza, l’evento che sancisce la piena collaborazione tra la Marina di Alassio (nel progetto Sea Experience) e Coldiretti Savona – Campagna Amica Terranostra, per far conoscere a cittadini e turisti tutte le peculiarità culinarie della provincia, grazie ai prodotti delle aziende Coldiretti e alla maestria degli Agrichef di Campagna Amica Liguria.

All’iniziativa interverranno il presidente di Coldiretti Savona Marcello Grenna, il direttore Provinciale Coldiretti Antonio Ciotta, l’assessore del Comune di Alassio Fabio Macheda, il presidente della Marina di Alassio Rinaldo Agostini.

“Arrivare direttamente a bordo con i prodotti agricoli del territorio – affermano il presidente di Coldiretti Savona Marcello Grenna e il direttore provinciale Antonio Ciotta – è l’avvio di quella sinergia naturale che non può non esistere in una regione come la nostra: la piena valorizzazione dei nostri prodotti tipici passa inevitabilmente dalla collaborazione fra costa ed entroterra e tra imprenditori turistici e agricoli. Le imprese della provincia savonese custodiscono, con il loro lavoro, un patrimonio enogastronomico conosciuto a livello mondiale, fatto di grandi eccellenze che vanno dal pomodoro Cuore di Bue al Basilico Genovese DOP, dall’olio extra vergine d’oliva al vino DOC, dal carciofo spinoso di Albenga all’asparago violetto, fino alle acciughe del nostro mare”.

“È quindi importante cercare sempre nuovi mezzi di promozione e comunicazione delle nostre produzioni interamente a Km0, per attrarre l’attenzione di cittadini e turisti, ma anche dei giovani e degli studenti, rendendo più fruibile tutte quelle peculiarità agroalimentari che in sé racchiudono il valore ambientale e culturale del territorio. Quello che vogliamo, con iniziative come queste, è, inoltre, cercare di coinvolgere sempre di più i nuovi viaggiatori, che cercano attività esperienziali legate alle produzioni ed alla cultura locale, e interessati particolarmente agli aspetti della sostenibilità in termini ambientali, sociali ed economici”.