Lo stato ad Albenga degli edifici abbandonati: precisazioni del sindaco Tomatis e dell’assessore Vannucci

Albenga - ex ospedale

Albenga | L’amministrazione comunale di Albenga fa il punto su alcuni edifici recentemente oggetto di polemica. Afferma il sindaco Riccardo Tomatis: “Premesso che si tratta di edifici che non sono di proprietà del Comune e che per varie e diverse vicissitudini sono entrati a far parte dei beni oggetto di fallimento di soggetti privati, l’Amministrazione ingauna ha sempre rivolto la propria attenzione a queste realtà e, soprattutto, alla sicurezza dei nostri concittadini”.

“La Polizia Locale e le forze dell’ordine attive sul territorio – prosegue il sindaco – tengono costantemente sotto controllo questi edifici, intervenendo periodicamente sia attraverso operazioni coordinate che prevedono l’accesso agli stessi, sia attraverso attività di indagine, monitoraggio e controllo che, sebbene a volte possano essere meno percepibili da parte dei cittadini, sono fondamentali per gli inquirenti. L’Amministrazione inoltre ha richiesto ai curatori fallimentari che si occupano di tali realtà – e che purtroppo, a causa della scarsa disponibilità economica, spesso faticano a dare immediate e fattive risposte -, di intervenire in diversi modi per la messa in sicurezza degli edifici a loro affidati”.

“Un esempio – dice Tomatis – è il recente intervento sulla vegetazione effettuato presso l’ex ospedale caldamente consigliato dalle forze dell’ordine, che ha avuto come finalità quella di rimuovere possibili nascondigli per i malviventi ed esercitare un controllo migliore.  Non solo, infatti abbiamo realizzato un intervento anche sulle palazzine di Via Milano al fine di chiuderne definitivamente l’accesso e il prossimo martedì 20 ottobre ci sarà un incontro con il curatore fallimentare, il legale e il Comune di Albenga volto a verificare tutti gli aspetti necessari per ottenere il permesso a costruire, l’agibilità e gli altri requisiti necessari a risolvere definitivamente la questione. Infine, recentemente, la polizia locale è intervenuta a Campochiesa (in Regione Rapalline) dove era stata segnalata la presenza di occupazioni abusive, mentre su via Carloforte il monitoraggio è continuo in attesa della sentenza del tribunale europeo a seguito della quale potremmo valutare concretamente possibili progetti da realizzare sulle palazzine ivi presenti”.

“L’attenzione è quindi sempre alta. I contatti con i curatori fallimentari degli edifici, anche volti a conoscere lo stato del fallimento e i possibili progetti da intraprendere sugli stessi, da un lato e con le forze dell’ordine, per la sicurezza dei cittadini, dall’altro, evidenziano l’impegno a risolvere problematiche che conosciamo e sulle quali intendiamo continuare ad intervenire” conclude il sindaco.

Precisazioni anche da parte del’assessore Mauro Vannucci, nell’ambito della sua delega alla Polizia Locale: “Mi rendo perfettamente conto delle varie problematiche di disagio sociale che stiamo gestendo e tenendo sotto controllo sotto ogni profilo e, proprio per questo, voglio esprimere grande soddisfazione per l’attività svolta dall’unità di sicurezza di polizia urbana. Il taglio dell’albero che si trovava all’angolo dell’ex ospedale fa parte di un più ampio progetto (progetto Vannucci/Montan)volto a garantire la sicurezza dei cittadini. Già un mese fa la polizia locale ha eseguito, alle 6 del mattino, un’ispezione all’interno dei locali di tale edificio sorprendendo diversi occupanti abusivi e materiale idoneo all’esecuzione di reati. Non solo, infatti, interveniamo periodicamente su tutti i siti sensibili che potrebbero costituire ricovero per soggetti senza fissa dimora. Voglio ringraziare la nostra unità di polizia giudiziaria e le forze dell’ordine che dedicano impegno e determinazione nello svolgimento di un costante controllo del territorio volto a combattere anche la microcriminalità.”, conclude Vannucci.