Innovation in Politics Awards 2020: candidature entro il 31 luglio

Fin dal lancio dell’iniziativa, nel 2017, l’Italia si è sempre confermata culla di idee ed approcci innovativi, partecipando da protagonista in maniera sempre crescente

Europa

Milano / Savona | La nuova edizione degli Innovation in Politics Awards ha preso il via: tutti i cittadini e i politici dei Paesi membri del Consiglio d’Europa sono invitati a candidare, entro il 31 luglio, progetti ed iniziative politiche in grado di aprire nuove strade alla democrazia liberale, di riportare fiducia nelle istituzioni europee e di migliorare concretamente la vita dei suoi abitanti.

Una giuria di circa 1.000 cittadini europei valuterà e selezionerà i progetti più meritevoli che concorreranno per la vittoria nelle nove categorie in gara. Quest’anno, infatti, oltre alle consolidate

Democrazia, Diritti umani, Comunità, Ecologia, Economia e Qualità della vita, il Premio ha aggiunto 3 nuove categorie, per meglio rispondere alle mutevoli esigenze politiche e comunitarie: Digitalizzazione, Istruzione e Sviluppo regionale.

Inoltre, in seguito all’istituzione della piattaforma Coping with the Crisis, in piena emergenza Covid, l’Innovation in Politics Institute ha deciso di rendere merito a tutte quelle iniziative virtuose implementate per far fronte alle difficoltà del periodo, creando una speciale decima categoria dedicata.

In un momento estremamente delicato della nostra storia, dove sembra venire meno la fiducia verso l’Europa e le sue istituzioni, manifestazioni come gli Innovation in Politics Awards diventano necessarie per mettere in luce il lavoro di chi ogni giorno si impegna per una politica migliore al servizio dei cittadini”, dichiara Martin Slater, Rappresentante dell’Innovation in Politics Institute in Italia e Presidente di Noesis Group, “L’Italia in questo si dimostra ogni anno esempio virtuoso, e ne abbiamo avuta continua dimostrazione durante l’emergenza Covid: le amministrazioni locali si mettono costantemente in gioco, indipendentemente dalla loro affiliazione partitica e dalla loro dimensione, e dimostrano con creatività ed energia che un cambiamento è possibile”.

Fin dal lancio dell’iniziativa, nel 2017, l’Italia si è sempre confermata culla di idee ed approcci innovativi, partecipando da protagonista in maniera sempre crescente fino a raggiungere la sua seconda vittoria nella scorsa edizione, con il progetto Fabriq del Comune di Milano.

La premiazione dei vincitori è prevista per il prossimo 3 dicembre, nel corso di una serata di gala presso il Tipi am Kanzleramt, nel cuore della Berlino politica. Ad accoglierli, il sindaco di Berlino Michael Müller.

Giunto al suo quarto anno di vita, l’Innovation in Politics Institute, con sede a Vienna e Berlino, ha riconosciuto e dato visibilità in questi anni, grazie agli Awards, a circa 1.800 progetti di punta provenienti da oltre 25 Paesi europei. L’Istituto coinvolge attivamente i promotori dei progetti, sostenendoli per lo sviluppo della democrazia in Europa, anche attraverso l’attività sul territorio di un numero crescente di partner, fra cui Noesis in Italia. Oggi, con l’ingresso nel network di SEESAME in Slovacchia, e la Royal Society of Arts nel Regno Unito, The Innovation in Politcs Insitute è presente in 15 Paesi dell’UE.