Istituto comprensivo Albenga1: un bel bilancio di fine anno scolastico

Dal Gioco-concorso Kangourou della matematica al saggio musicale di fine anno scolastico dal titolo “Beethoveniamo”

note musicali

Albenga | L’anno scolastico 2019/2020 è stato ricco di soddisfazioni per gli studenti dell’Istituto comprensivo Albenga1, che ha proseguito le sue attività didattiche nonostante le maggiori difficoltà nate con l’emergenza Covid. Non sono comunque mancati i riconoscimenti. L’Istituto Comprensivo Albenga1, che da tre anni partecipa al Gioco-concorso Kangourou della matematica, ha ottenuto anche quest’anno un magnifico risultato nella gara individuale svoltasi il giorno 28 maggio 2020. Dopo la straordinaria qualifica alla finale della gara a squadre delle scuole medie Mameli Alighieri di Albenga e F.lli Cervi di Ceriale lo scorso mese di maggio, l’alunno Beniamino Ravera si è qualificato alla finale individuale nazionale, che si svolgerà i giorni 25, 26, 27 settembre 2020 a Cervia/Mirabilandia (RA). Beniamino si è classificato in settima posizione su un totale di 8434 partecipanti di tutta Italia, nella sua categoria. «Per il terzo anno consecutivo, l’istituto comprensivo Albenga 1 riesce ad avere un suo allievo tra i finalisti della gara individuale. A Beniamino vanno i complimenti del Dirigente Scolastico, prof. Andrea Minghi, degli insegnanti e dei compagni della Scuola secondaria Mameli-Alighieri, e l’augurio sincero per una buona riuscita nella finale».

Le soddisfazioni sono arrivate anche per gli alunni del corso a Indirizzo Musicale, nato nel 2006 per desiderio dell’allora Preside Renzo Rossi e giunto quest’anno al quattordicesimo anno di vita. «Non si è persa l’occasione di organizzare due appuntamenti decisamente significativi: la partecipazione, da parte dei nostri studenti musicisti, all’International Jazz Day, organizzato dall’associazione “Il Jazz va a scuola” (IJVAS) in collaborazione con il Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica». In questa giornata si sono svolte varie attività e progettazioni contestuali con l’obiettivo, come ha sottolineato l’Unesco, di riconoscere al jazz il valore di “mezzo per sviluppare e aumentare gli scambi interculturali e la comprensione tra le culture ai fini della reciproca comprensione e tolleranza”. «I nostri studenti hanno partecipato alle lezioni svolte da due Maestri della musica Jazz in diretta da Los Angeles, California. Prossimo appuntamento, oggi martedì 9 Giugno sera, momento in cui sarà possibile, sulla piattaforma ‘Hangouts Meet’, assistere al saggio di fine anno scolastico dal titolo “Beethoveniamo”, preparato dagli studenti e dai docenti del nostro Istituto. Lo spettacolo traghetterà lo spettatore in un viaggio volto a esplorare gli strumenti musicali della scuola attraverso apposite musiche scritte dal grande compositore Ludwig van Beethoven, di cui quest’anno ricorre il 250° dalla nascita. Il recital si concluderà con l’esibizione degli alunni di Strumento Musicale della scuola Secondaria di I grado».

In ambito ambientale, le classi del Comprensivo 1, accompagnate dalle loro insegnanti, hanno partecipato all’ottava edizione delle Mattinate Fai d’inverno. «Quest’anno il bene scelto dal FAI per la scuola è stata la Chiesa di San Bernardino. Durante queste uscite didattiche, alcuni ragazzi, da veri ciceroni, hanno potuto cimentarsi nel ruolo di guide per la loro classe. Si è voluto mettere a fuoco l’originalità e la completezza dell’affresco del Giudizio Universale risalente al dodicesimo secolo, quando l’attività dei monaci all’interno del monastero era molto viva. Sempre in ambito di educazione e di conoscenza del nostro ambiente, appuntamento oramai costante nel corso degli anni, gli incontri con il biologo marino, dott. Andrea Molinari, che ha rivolto ai ragazzi di 1° media una proiezione on-line di immagini dei fondali marini dal titolo “Il mare in casa”, per rispettare l’ambiente marino. Anche gli incontri legati alla legalità, con massimi rappresentanti delle Forze dell’Ordine, all’orientamento, le relative uscite didattiche a tema nonché la partecipazione ai laboratori di “Albenga in scienza” e del Festival della scienza di Genova, hanno impegnato tutte le classi in un avvicendarsi di iniziative».