Fase 2 Alassio: un bilancio del primo week end

Galtieri: “gli alassini hanno dato grande prova di responsabilità e professionalità”

Molo di Alassio

Alassio | A una settimana dall’avvio delle nuove discipline nazionale, regionale e locale che regolano una graduale ripresa delle attività, Alassio tira le somme di questo primo fine settimana di timido ritorno alla “normalità”. “Un bel week end di sole, quello che ci siamo appena lasciati alle spalle – il commento dell’amministrazione comunale di Alassio – che ci ha dato ragione e che ha in qualche maniera premiato il senso di responsabilità degli alassini che hanno dimostrato di aver ben compreso il senso delle nostre indicazioni. Il mantra della Città del Muretto è stato infatti molto semplice: distanziamento sociale, mascherina laddove non vi era la possibilità di rispettare il metro di distanza e divieto di assembramento. Così tutta la città, poco a poco è tornata a vivere”.

“Salvo rari episodi non significativi, non abbiamo ravvisato criticità in nessun contesto – spiegano dalla Polizia Municipale di Alassio – né sul fronte dei parchi gioco dove le famiglie hanno ordinatamente riportato i propri bambini, rispettando distanze ed evitando assembramenti, mettendo le mascherine ai bimbi maggiori di 3 anni di età; né sulle spiagge dove, anche sulla spiaggia libera attigua al porto turistico, tradizionalmente la spiaggia degli alassini, la gente ha steso il proprio asciugamano rispettando le distanze”.

Grazie alla collaborazione con gli esercenti anche al mercato settimanale di via Pera, tornato sabato scorso ad accogliere tutte le categorie merceologiche, non si sono registrati assembramenti o situazioni che hanno destato allarme o segnalazioni. “Quasi tutti i ristoranti e i bar – la conclusione dell’Amministrazione – hanno riaperto, qualcuno ancora si sta organizzando per le prime giornate di giugno, ma chi ha ripreso la propria attività lo ha fatto, anche in questo caso, fornendo grande prova di responsabilità e professionalità. È sicuramente un periodo complesso sotto ogni punto di vista. Le prossime settimane saranno un ulteriore banco di prova non solo per la risposta della città, ma anche per quella del turismo di prossimità o delle regioni vicine. Ci stiamo preparando. Nel frattempo ritengo doveroso un grande ringraziamento agli alassini per come hanno saputo rispondere, ancora una volta a una situazione di emergenza ma vissuta prima”. E fino al 3 giugno, ricorda il vicesindaco Angelo Galtieri, le indicazioni non subiranno modifiche: “distanziamento sociale, mascherina laddove non vi è la possibilità di rispettare il metro di distanza e divieto di assembramento”.