Liguria, mascherine in farmacia: LC-Pd-IV, “Cronaca di un disastro annunciato”

Il Palazzo di Regione Liguria in Piazza De Ferrari a Genova

Genova | Secondo i consiglieri regionali di Linea Condivisa, Partito Democratico e Italia Viva “Cronaca di un disastro annunciato: questa mattina la tanto decantata distribuzione di mascherine nelle farmacie del territorio regionale è risultata un fallimento senza appello”.

“Le mascherine – sostengono i consiglieri di minoranza – quasi ovunque sono arrivate nel pomeriggio di ieri e gli Operatori non hanno avuto il tempo di caricarle nel sistema, che oggi ha inizialmente dimostrato difficoltà di accesso, fuori intanto si sono create lunghe code di cittadine e cittadini, in attesa della consegna. Una operazione che doveva essere gestita con buon senso e capacità organizzativa, diventata per taluni una occasione di propaganda elettorale, con un sistema che ha mostrato i suoi limiti, mettendo in difficoltà sia la comunità, sia le farmacie, che si trovato a lavorare con un sistema che non funziona”.

“Inoltre, ad aggravare la situazione, il tutto non è stato gestito in termini di flussi, infatti si sono create file, e quindi assembramenti di persone, in barba a tutte le norme e prescrizioni vigenti. La tanto decantata, a livello pubblicitario, capacità di agire e reagire sembra davvero poca cosa” concludono i consiglieri regionali di Linea Condivisa, Partito Democratico e Italia Viva.