Fase 2, Confprofessioni: “Governo al lavoro per incentivi patrimonializzazione imprese”

Porta interrogativa

Genova / Roma | «Il Governo sta lavorando per introdurre incentivi fiscali per la capitalizzazione e la patrimonializzazione delle imprese più colpite dall’emergenza, accogliendo così una delle proposte che abbiamo presentato all’incontro con il Governo e le altre parti sociali». È quanto ha dichiarato Gaetano Stella, presidente di Confprofessioni, oggi al termine della videoconferenza con il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, e con la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, che hanno illustrato i contenuti del decreto di maggio.

«Per favorire la ripartenza delle attività produttive si sta valutando anche l’introduzione di incentivi fiscali per favorire le aggregazioni sia per le imprese di tipo verticale (filiere) e orizzontali (di scopo) sia per gli studi professionali», ha aggiunto Stella. «Una misura che riteniamo particolarmente importante per assicurare al nostro sistema produttivo dimensioni in grado di reggere all’urto della crisi e continuare a competere sui mercati».

«Le misure annunciate dal Governo vanno nella giusta direzione: dal rifinanziamento degli ammortizzatori sociali al bonus per i lavoratori autonomi; dai contributi a fondo perduto per le imprese con fatturati fino a 5 milioni di euro allo sblocco degli investimenti e delle opere già finanziate; dal rinvio a settembre delle scadenze tributarie, fino alla sterilizzazione di alcune norme sui controlli», ha dichiarato Stella. «Ma potranno essere realmente efficaci solo se accompagnate da una vera e propria semplificazione delle procedure, e da una più rapida erogazione della liquidità alle imprese».