Pd Albisola – Gd delle Albisole: dalla Regione “una ‘sberla’ verso chi crede nella scuola statale”

"Ci troviamo di fronte a un finanziamento che vede un milione e mezzo destinati all’89% degli studenti contro un milione per il restante 11%. La discrepanza in favore degli istituti privati è ben chiara"

Pd Gd Albisole

Albisola | Secondo il circolo del Pd di Albisola Superiore e dei Giovani Democratici delle Albisole “Ciò che in questi giorni la Regione Liguria sta stanziando, in termini di aiuti economici, per sostenere le famiglie in crisi nell’ambito dell’Istruzione, è l’ennesima scelta politica attuata per indebolire la scuola pubblica”.

“I voucher – prosegue la nota del Pd – destinati dalla regione per l’acquisto di supporti informatici (PC, tablet etc), utili ad aiutare gli studenti in questo momento di difficoltà, in cui la scuola persegue la sua funzione tramite la Didattica a Distanza(DAD), dovrebbero tener conto dei numeri e delle esigenze presenti sul territorio. La giunta Toti, invece, basa la ripartizione del Fondo Sociale Europeo su un principio profondamente squilibrato. Lo stanziamento dei fondi prevede 3 milioni e mezzo cosi suddivisi: 1 milione e mezzo alle scuole statali, 1 milione alle scuole paritarie e 1 milione ai corsi di formazione professionale”.

“Questo per noi è un paradosso e una ‘sberla’ verso chi crede nella scuola statale. Secondo i dati del MIUR, aggiornati all’apertura dell’anno scolastico 2019/2020, gli iscritti alle scuole private in Liguria sono 21.591 contro i 171.220 (i dati tengono conto di tutti gli ordini e i gradi). Ci troviamo quindi di fronte a un finanziamento che vede un milione e mezzo destinati all’89% degli studenti contro un milione per il restante 11%. La discrepanza in favore degli istituti privati è ben chiara. Una vera vergogna che non tiene conto delle fatiche che oggi i vari istituti scolastici pubblici si trovano a dover affrontare in un contesto sociale dove il tenore di vita delle famiglie aventi figli presso le scuole private è ben diverso rispetto al pubblico. Questa è la sintesi: 8,76 Euro per studente di Scuola Pubblica; 46,31 Euro per studente di Scuola Privata. Il Partito Democratico di Albisola Superiore e I Giovani Democratici delle Albisole contesta fortemente tale scelta, poiché le fasce da tutelare oggigiorno sono in assoluto quelle più deboli (che proprio per questo iscrivono i figli nel pubblico) e che non possono permettersi una connessione internet o l’acquisto di un tablet. Non tutti siamo uguali di fronte alla crisi” conclude la nota del Pd.