Regione, lettera del Gruppo Pd alla Giunta: “anticipiamo a questa legislatura l’istituzione della commissione antimafia regionale”

"L’obbiettivo è rafforzare gli strumenti di monitoraggio, contrasto alla criminalità organizzata in un periodo così delicato”

Il Palazzo di Regione Liguria in Piazza De Ferrari a Genova

Genova | Il Gruppo del Pd in Regione Liguria ha scritto una lettera al presidente Giovanni Toti e all’assessore Sonia Viale con la richiesta di “istituire la Commissione Antimafia regionale in questi ultimi mesi di legislatura, invece che all’inizio della prossima”.


Trova il regalo perfetto in Amazon
Regali! Tante idee e tante promozioni

“Il 21 maggio dell’anno scorso – spiegano gli esponenti del Partito Democratico – era stata approvata all’unanimità la proposta di deliberazione sulle modifiche al regolamento interno al Consiglio regionale che ha introdotto anche l’istituzione, a partire alla prossima legislature, della Commissione permanente Antimafia regionale. Purtroppo la Liguria è una regione in cui, da tempo, è radicata la presenza della criminalità organizzata di stampo mafioso” continua il Gruppo del Pd e uno strumento come questo “serve non solo a tenere alta l’attenzione su questo fenomeno, ma anche a combatterlo in modo più efficace, attraverso un’attività legislativa ad hoc”.

Inoltre, si legge nella lettera, “l’emergenza Coronavirus ci impone riflessioni e iniziative inedite” visto che “in periodi di crisi come quello che stiamo vivendo il pericolo di infiltrazioni e di condizionamento da parte delle criminalità organizzata è più forte”. Ma anche nel corso della “la ripresa economica ci sarà bisogno di maggiori strumenti di contrasto” per evitare racket, usura e infiltrazioni negli appalti strategici. È proprio da queste considerazioni che nasce la proposta del Gruppo del PD di anticipare l’istituzione della Commissione Antimafia regionale: “uno strumento ulteriore di lavoro – concludono i consiglieri del Partito Democratico – sia dal punto di vista normativo che del coinvolgimento attivo dei soggetti che compongono il Tavolo della Legalità. L’obbiettivo è rafforzare gli strumenti di monitoraggio, contrasto alla criminalità organizzata in un periodo così delicato”.



AGENDE E CALENDARI -50% in IBS