Pastorino (Linea Condivisa): “Ospedale Santa Corona, sia riattivato il padiglione Mios”

"Non sappiamo ancora quale sarà l’evoluzione del Covid, quindi meglio attrezzarsi per il futuro. Anche perché non possiamo escludere recrudescenze o l’arrivo di altri virus simili"

Gianni Pastorino

Genova / Pietra Ligure | Il capogruppo di Linea Condivisa Gianni Pastorino in veste di vicepresidente della commissione sanità nei giorni scorsi ha scritto all’Assessore Viale e ha presentato un’interpellanza chiedendo un immediato ripristino del reparto del Santa Corona a suo tempo realizzato per la cura dei malati di Aids.

«Riteniamo – afferma Pastorino – che la Regione debba rimettere in funzione il Padiglione MIOS dell’ospedale di Pietra Ligure. L’inutilizzo di questa struttura, nell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, è un altro sintomo di mancata programmazione sanitaria. È stato un errore prima, quando occorreva affrontare l’urto del contagio; e sarebbe un errore adesso, perché una struttura del genere, pensata per gestire percorsi altamente infettivi, garantisce isolamento e quindi minore diffusione del contagio all’interno del nosocomio. Non sappiamo ancora quale sarà l’evoluzione del Covid, quindi meglio attrezzarsi per il futuro. Anche perché non possiamo escludere recrudescenze o l’arrivo di altri virus simili».

«Nonostante sia chiuso da 10 anni, nei recenti sopralluoghi il padiglione si presenta adeguato in termini strutturali e funzionali, quindi può servire per far fronte all’emergenza Covid. Basterebbe una semplice manutenzione per riattivarlo rapidamente. Costo: fra i 20.000 e i 40.000 Euro – spiega Pastorino -. Non comprendiamo perché, invece di procedere in questa direzione, si sia scelto di utilizzare un altro reparto del Santa Corona sicuramente meno idoneo. E che comunque ha richiesto interventi strutturali non trascurabili. Spendono male e poi ci dicono che i soldi non ci sono».