Albenga, Liceo Giordano Bruno: consegna dispositivi didattica a distanza

"Gli studenti, dimostrando un grande senso di responsabilità, hanno da subito partecipato in modo attivo alle proposte didattiche a distanza"

consegne dad al Liceo Giordano Bruno di Albenga

Albenga | Mercoledì presso il Liceo Giordano Bruno è iniziata la distribuzione dei dispositivi che rendono possibile la partecipazione alle attività della didattica a distanza per quegli studenti che ne erano privi e impossibilitati a procurarseli autonomamente.

I docenti del nostro Liceo – dice la preside Simonetta Barile – hanno attivato tempestivamente già ad inizio emergenza una gamma molto ampia di attività didattiche a distanza, utilizzando e potenziando le risorse predisposte da tempo dal team digitale dell’Istituto (ad esempio le risorse di G-Suite sul dominio liceogbruno.edu.it, come indirizzi e-mail individuali per tutti gli studenti e per tutti i docenti, Drive, Meet, Classroom, Moduli, ecc., la piattaforma Moodle e tutte le opzioni del registro elettronico Didup). Gli studenti, dimostrando un grande senso di responsabilità, hanno da subito partecipato in modo attivo alle proposte didattiche a distanza. Solo un numero limitato di alunni ha avuto difficoltà tecniche non superabili in autonomia. Così, dopo la segnalazione dei docenti, la segreteria e gli assistenti tecnici del Liceo hanno attivato le procedure organizzative necessarie per predisporre i dispositivi, rimanendo in contatto con le famiglie interessate”.

La consegna presso il domicilio degli studenti interessati, sia in Albenga, sia in molti altri Comuni della costa e dell’entroterra, “è possibile grazie all’importante collaborazione e alla disponibilità dei Volontari della Protezione Civile. In questo periodo, in cui è necessario ridurre al minimo gli spostamenti delle persone, il loro contributo si rivela fondamentale e li ringraziamo sentitamente sia per la collaborazione offerta in questa circostanza, sia per quanto ogni giorno fanno a favore di tutta la collettività. Un ringraziamento particolare agli assistenti tecnici del Liceo che anche in questo periodo di emergenza si sono dimostrati all’altezza della situazione”.