Coronavirus, Europa Verde: “esposto contro Regione Lombardia su strage di vite in case di cura”

Bonelli, Alemanni, Finiguerra e Zaratti: "abbiamo inviato oggi alla procura della Repubblica di Milano un esposto con il quale chiediamo l’apertura di un’indagine sulla gestione dell’emergenza Covid 19 da parte della regione Lombardia"

Anziano sostegno caregiver

Milano / Genova | “Denunciamo la Regione Lombardia perché non possiamo più stare in silenzio e tacere rispetto a ciò che è accaduto e sta accadendo in con la strage di vite nelle RSA provocate dall’epidemia Covid19” dichiarano in una nota gli esponenti di Europa Verde Angelo Bonelli, Francesco Alemanni, Domenico Finiguerra e Filiberto Zaratti. “In questa regione sono concentrati oltre il 56% dei decessi di tutta ITALIA, finora 8.656 su 15.362, con un indice di letalità del 17,6%. Per questo, riprendendo l’iniziativa dei Verdi della Lombardia, abbiamo deciso di agire. Siamo stati in silenzio sino ad oggi perché in un momento delicato per il Paese eravamo e siamo chiamati a dare il nostro contributo per uscire dalla crisi. Ma è gravissimo che il giorno 8 marzo, in piena emergenza Covid 19, la Giunta della Lombardia abbia approvato una delibera, la numero XI/2906, che chiedeva alle aziende territoriali sanitarie di individuare case di riposo, tra le 400 totali, dedicate agli anziani per accogliere e assistere pazienti Covid 19 a bassa intensità. Dopo le proteste di tante Rsa, ma non tutte, l’assessore Gallera ha rivisto la delibera ma in molte avevano già accettato secondo la denuncia dei sindacati.”

Gli esponenti di Europa Verde proseguono: “Molte case di riposo sono quindi diventate focolai mentre il 3 marzo il professore Bergamaschi veniva inspiegabilmente esonerato dalla regione Lombardia perché aveva autorizzato l’uso di mascherine tra gli operatori sanitari del polo geriatrico più importante Il Trivulzio.”
“I cittadini non solo lombardi – sollecitano gli ecologisti – hanno il diritto di sapere cosa è accaduto in Lombardia (la Regione con equiparazione al 50% tra sanità pubblica e privata raggiunta negli anni a discapito degli ospedali pubblici), perché ci sia stata questa strage di vite, perché sia stata approvata una delibera che autorizzava trasferimento di malati Covid19 con lievi sintomi nelle case di cura quando è noto che gli anziani sono i soggetti più a rischio, perché si sia punito chi aveva autorizzato uso mascherine tra gli operatori sanitari. Di fronte a tutto questo Salvini ha presentato e poi ha ritirato un emendamento al Senato per garantire l’immunità penale e la non responsabilità civile a chi ha avuto dei ruoli nella gestione della crisi sanitaria a partire dalla regione Lombardia.
“Per queste ragioni abbiamo inviato oggi alla procura della Repubblica di Milano un esposto con il quale chiediamo l’apertura di un’indagine sulla gestione dell’emergenza Covid 19 da parte della regione Lombardia e sarebbe opportuno che l’assessore Gallera rassegnasse le proprie dimissioni visto che a differenza di quanto accaduto in altre regioni, come il Veneto, la Lombardia ha fallito” concludono Bonelli, Alemanni, Finiguerra e Zaratti.


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%