Regione Liguria, scuola ed emergenza Covid-19 in III Commissione

Costa: “Abbiamo approfondito le problematiche legate al mondo della scuola paritaria e non, analizzando anche le diverse competenze fra Stato e Regioni. Esistono criticità, sia nelle famiglie che nelle strutture scolastiche, per garantire la continuità didattica”

scuola

Genova | Questa mattina si è svolta in videoconferenza la terza seduta della Commissione-Attività Produttive, Cultura, Formazione e Lavoro, organizzata dal presidente Andrea Costa (Liguria Popolare) per aggiornare i consiglieri regionali sugli interventi attuati dalla Regione e quelli in programma per affrontare le gravi problematiche economiche, lavorative e organizzative scatenate dall’epidemia. Oggi l’assessore alla Scuola, Università, Sport, Cultura e Spettacolo Ilaria Cavo ha illustrato la complessa situazione in cui versa anche il settore dell’istruzione.

«Abbiamo approfondito le problematiche legate al mondo della scuola paritaria e non, analizzando anche le diverse competenze fra Stato e Regioni – dichiara Costa – Esistono criticità, sia nelle famiglie che nelle strutture scolastiche, per garantire la continuità didattica, criticità dovute soprattutto alla carenza di una strumentazione adeguata per le lezioni a distanza e la Regione ha già liberato risorse da destinare alla fornitura di dispositivi tecnico-informatici agli studenti. Sono soddisfatto del clima di collaborazione e di partecipazione fra assessori e consiglieri – aggiunge – che si è creato in questi primi tre incontri, organizzati con tempestività per riuscire ad avere un quadro completo della situazione».

Andrea Costa

La prossima settimana è prevista una quarta seduta in cui l’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca Stefano Mai illustrerà le gravi problematiche che sta vivendo il settore floricolo. «Il percorso di approfondimento che abbiamo avviato – conclude il presidente – è fondamentale per fornire conoscenze precise ai consiglieri i quali, grazie allo stretto rapporto con il territorio, possono veicolare ai cittadini informazioni complete e affidabili e diventare, per loro, un importante punto di riferimento in questa drammatica situazione».