Coronavirus, Regione Liguria: Pd, “occorre attivare al più presto il numero verde”

“Chiediamo che i cittadini provenienti dalle zone rosse si autosegnalino in modo da poter prevedere quanti cittadini non liguri potrebbero avete bisogno di cure"

Giovanni Lunardon

Genova | “Chiediamo a Toti di attivare al più presto il numero verde di emergenza in Liguria per l’emergenza Coronavirus, di invitare all’autosegnalazione i cittadini provenienti dalle zone rosse e di consigliare l’autoisolamento” dichiara in una nota il Gruppo Pd in Regione Liguria.

RobertoMichels

“Occorre adottare una strategia informativa e di profilassi adeguati, visto l’andamento dei casi e il grande afflusso di cittadini provenienti dalle zone rosse registrato in questi giorni. Regioni a noi vicine, come la Toscana e Lazio, stanno assumendo ordinanze prudenziali che chiedono a chi arriva da quei territori di segnalare la propria presenza e la propria provenienza alle autorità sanitarie e di attenersi alle regole della rarefazione sociale fino ad intraprendere l’autoisolamento”.

Chiediamo che i cittadini provenienti dalle zone rosse si autosegnalino in modo da poter prevedere quanti cittadini non liguri potrebbero avete bisogno di cure (non possono tornare a casa per farsi curare). Qui invece Toti invoca una movida moderata. In una situazione di tale emergenza, tutelare l’economia è giusto e infatti il Governo presto emetterà misure eccezionali per 7.5 miliardi di euro. Ma la sicurezza e la prevenzione vengono prima. Ci siamo resi conto che o si agisce con decisione oppure il contagio è destinato a diffondersi in modo incontrollato e a saturare la capacità già al limite delle nostre strutture sanitarie? Siamo pronti a fare la nostra parte con responsabilità ma occorre chiarezza, rigore, trasparenza e magari una sede dove scambiarci opinioni e proposte senza vincoli di schieramento” conclude il gruppo regionale del Pd.

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO