Pesca sportiva e ricreativa nei porti di Genova, Savona, La Spezia e Vado Ligure

Reti da pesca

Savona / Genova | Approvato da Regione Liguria il protocollo d’intesa per esercitare la pesca sportiva e ricreativa nei porti di Genova, Savona, La Spezia e Vado Ligure. A breve la firma con le Autorità Portuali.

RobertoMichels

“Con questi passaggio la pesca sportiva nei porti liguri è pronta a partire – spiega l’assessore regionale alla Pesca, Stefano Mai –. In Giunta abbiamo approvato il Protocollo d’intesa e a breve incontreremo le Autorità portuali, la Guardia Costiera, Fiops, Fipsas, Arci pesca fisa ed Enalpesca per firmarlo e offrire questa importante opportunità in tutta la Liguria. Va considerato che la pesca sportiva conta oltre due milioni di appassionati in Italia e rappresenta anche un’importante risorsa sotto il profilo turistico”.

“Tutta la procedura sarà seguita tramite un tavolo tecnico convocato da Regione. Questo perché le operazioni devono avvenire in sicurezza e nel pieno rispetto del mare. Di conseguenza abbiamo previsto che le aree in cui sarà consentito l’esercizio della pesca, verranno adeguatamente segnalate. L’attività verrà regolamentata e verranno altresì individuate delle adeguate sanzioni per chi infrange le regole”. “La pesca sportiva e ricreativa oggi garantisce alla nostra regione un indotto economico rilevante. Si tratta di un’attività che contribuisce stabilmente al comparto del turismo, a quello del commercio e alla nautica da diporto. Basti pensare ai negozi specializzati, alle aziende di attrezzature o alle numerose persone che raggiungono le nostre coste da fuori regione”.

Ultima revisione articolo: