Sarà lo sport il tema del premio letterario “Città di Andora” 2020

Lo ha deciso il Consiglio comunale delle Ragazze e dei Ragazzi di Andora, comunicando la deliberazione al Presidente del Consiglio Comunale “senior” Daniele Martino

Consiglio ragazzi ad Andora

Andora | Sarà lo sport il tema del premio letterario “Città di Andora”. Lo ha deciso il Consiglio comunale delle Ragazze e dei Ragazzi di Andora, comunicando la deliberazione al Presidente del Consiglio Comunale “senior” Daniele Martino, promotore del concorso, all’Assessore alle Politiche scolastiche  Maria Teresa Nasi e al Consigliere delegato allo Sport, Ilario Simonetta.

RobertoMichels

I partecipanti al Concorso letterario dovranno quindi confrontarsi con i risvolti etici, sociali ed educativi delle discipline sportive. “Una scelta matura quella fatta dai ragazzi del Consiglio  che si inserisce perfettamente in questo 2020 in cui Andora fa parte della Community Europea dello Sport “Italian Riviera” e nel corso del quale lo sport sarà occasione di promozione del territorio e il sano agonismo al centro di molte iniziative – ha commentato il Presidente Daniele Martino – Siamo certi che questo argomento darà notevoli spunti ai partecipanti al concorso che in questi anni ha premiato opere di saggistica di livello, raccogliendo lavori di ricerca di studenti, scrittori e studiosi universitari”.

Fra poche settimane sarà pubblicato il bando ufficiale sul sito del Comune di Andora. Nel corso del Consiglio Comunale dei Ragazzi, c’è stato anche un momento di riflessione sul “Giorno della Memoria” a cui ha partecipato il professor Gabriele Taranto. Si è parlato delle letture che i ragazzi della scuola Secondaria di primo grado “Benedetto Croce” faranno nel corso della settimana  in alcuni momenti comuni dedicati al ricordo della tragedia della persecuzione  nazifascista contro gli ebrei.  “In queste occasioni i ragazzi dimostrano una sensibilità particolare e di capire quanto è importante che la memoria di questa strage non vada perduta affinché gli errori del passato non si ripetano”- ha detto l’Assessore Maria Teresa Nasi.

Ultima revisione articolo: