Treni, Paita (IV): “subito tavolo straordinario su Liguria”

“Ho chiesto impegni concreti: il monitoraggio delle frane nella tratta ferroviaria attraverso infrarossi, sulla base della sperimentazione che è in corso in Sardegna; l’impegno a investire sulla pontremolese, sul raddoppio ponente e sulla velocizzazione del nodo di Genova. Infine – spiega -più treni di collegamento con la Liguria"

Raffaella Paita

Savona / Roma | ”È necessario attivare Immediatamente un tavolo straordinario per i collegamenti ferroviari in Liguria e l’impegno  di Gentile a fare della Liguria un caso nazionale è un segnale importante che indica la giusta direzione” dichiara la deputata di Italia Viva Raffaella Paita, segretaria della Commissione Trasporti, durante l’audizione dei vertici di Rfi e in particolare l’amministratore delegato Gentile. 

“Ho chiesto impegni concreti: il monitoraggio delle frane nella tratta ferroviaria attraverso infrarossi, sulla base della sperimentazione che è in corso in Sardegna; l’impegno a investire sulla pontremolese, sul raddoppio ponente e sulla velocizzazione del nodo di Genova. Infine – spiega -più treni di collegamento con la Liguria e il raddoppio dei sottopassaggi delle stazioni troppo piccole e insicure”.

“Italia Viva ha proposto con il Piano Shock di dare seguito a questa strategia e l’amministratore delegato Gentile, con l’impegno a rendere la Liguria un caso nazionale con un tavolo di emergenza, conferma che noi siamo al lavoro per offrire soluzioni”, conclude Raffaella Paita. 

Ultima revisione articolo: