Eccellenze vitivinicole, un progetto AIS e Regione Liguria

Regione Liguria e Ais - Associazione Italiana Sommelier della Liguria hanno firmato la convenzione “Strumento per la valorizzazione delle tipicità territoriali e del brand Liguria attraverso la promozione della cultura vitivinicola in abbinamento ai prodotti agroalimentari”

Grappoli di uva nella vigna

Savona / Genova | Un progetto comune per la valorizzazione della cultura enogastronomica del territorio ligure.  Regione Liguria e  Ais – Associazione Italiana Sommelier della Liguria hanno firmato la convenzione “Strumento per la valorizzazione delle tipicità territoriali e del brand Liguria attraverso la promozione della cultura vitivinicola in abbinamento ai prodotti agroalimentari”. Un progetto che vedrà le due parti unite nella  promozione del territorio attraverso progetti, iniziative ed eventi atti a mostrare la bellezza e l’unicità della Liguria. 

offertecooponline

«In questi anni la nostra associazione ha lavorato tanto per promuovere il  patrimonio paesaggistico, culturale ed enogastronomico della nostra Regione – spiega Alex Molinari, presidente di Ais Liguria – le nostre delegazioni sono state impegnate sia dal punto di vista della formazione di nuovi sommelier, con la programmazione di corsi professionali per ogni livello, ma anche nell’organizzazione di visite alle vigne liguri, di convegni ed eventi, come la nostra manifestazione di punta Mare&Mosto – Le Vigne Sospese, che anche quest’anno ha generato molti consensi non solo tra il pubblico di appassionati ma anche tra gli stessi produttori. Con questa convenzione, Regione Liguria riconosce ad Ais il ruolo di  associazione impegnata nella promozione e valorizzazione del territorio attraverso eventi e iniziative che ne esaltino le caratteristiche. Un riconoscimento di cui siamo molto orgogliosi e soddisfatti, che premia il grande lavoro fatto da Ais Liguria in questi anni. Inoltre, questo ci permette di consolidare ancora di più quelle che sono le interazioni e le collaborazioni con gli enti e le associazioni impegnati come noi nella valorizzazione della cultura enogastronomica della Liguria».

«Sono molto contento per la sottoscrizione di questo protocollo perché  i sommelier dell’Associazione Italiana Sommelier sono garanzia di qualità con la loro esperienza – dichiara Gianni Berrino, assessore regionale alla Promozione turistica e al marketing territoriale –  grazie al ruolo che ricoprono non solo all’interno dei ristoranti ma anche fuori, potranno al meglio  promozionare la Liguria attraverso le eccellenze vitivinicole del nostro territorio. L’Associazione Italiana Sommelier, inoltre, potrà trasmettere ai clienti e ai turisti il messaggio di quanto sia difficile fare il vino nella nostra terra e quanto sia importante che esso sia di qualità così come già viene riconosciuto nei vari concorsi internazionali».

L’enogastronomia è un settore da tutelare poiché ha un  ruolo chiave nell’offerta turistica della Liguria, in quanto fattore motivante nella scelta di una destinazione e parte integrante dell’esperienza turistica. La convenzione tra Regione Liguria e Ais ha proprio come obiettivi la definizione di  strategie comuni per la realizzazione di azioni di promozione in ambito turistico ed enogastronomico della Liguria, la realizzazione di iniziative finalizzate a incentivare gli operatori a  potenziare l’utilizzo di prodotti regionali, a qualificare l’offerta e a puntare sull’innovazione e le competenze in linea con le dinamiche del mercato. Pubblico e privato lavoreranno insieme per la creazione di alleanze che vedano il  coinvolgimento di produttori, cantine, aziende vitivinicole, agriturismi, fattorie didattiche, ristoranti, locali storici, associazioni, imprenditori e operatori turistici, al fine di costruire e gestire prodotti turistici e iniziative in linea con le aspettative del viaggiatore contemporaneo.

«In ambito turistico,  è importante costruire alleanze tra pubblico e privato al fine di condividere gli obiettivi di promozione e valorizzazione del territorio – queste le parole di Luca Fontana, direttore del Dipartimento Agricoltura, Turismo Formazione e Lavoro di Regione Liguria – L’enogastronomia è diventata una leva motivazionale sempre più determinante nella scelta di una destinazione, ragione per cui è fondamentale stringere relazioni con interlocutori di alto profilo, come l’Associazione Italiana Sommelier, per avviare collaborazioni finalizzate a rinnovare l’offerta turistica del nostro territorio».

AIS Liguria è un’associazione culturale senza fini di lucro che, attraverso la figura e la professione di sommelier, intende  valorizzare la cultura del vino e il patrimonio enogastronomico territoriale svolgendo attività di carattere culturale, didattico ed editoriale per promuovere la conoscenza e il consumo responsabile delle bevande alcoliche con il  giusto abbinamento tra cibo, vino e territorio. 

Con la convenzione stipulata, Regione Liguria si impegna, secondo quanto previsto dal Piano Turistico 2020, a favorire le iniziative e le attività finalizzate a rendere sempre più  autentica e avvincente l’esperienza turistica da vivere in Liguria, realizzare progetti comuni rivolti alla  formazione degli operatori, alla comunicazione del brand Liguria e alla qualificazione dell’offerta enogastronomica dei diversi territori della Liguria. Dalla sua parte, AIS Liguria si impegna a individuare strutture e operatori con i quali costruire alleanze finalizzate a favorire la conoscenza di prodotti e produttori della Liguria, a suggerire possibili tour nei vari territori liguri e a realizzare degustazioni rivolte a target specifici, nonché a contribuire a potenziare e ad accrescere le  competenze in ambito eno-gastronomico degli operatori turistici del territorio ligure.

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

Ultima revisione articolo: