Per la Biblioteca di Alassio contributo dal Ministero

Il contributo, di 5.600 euro, verrà utilizzato per migliorare l’Angolo morbido della Biblioteca civica, e per implementare i servizi legati al sistema dell’R-Fid e alla Biblioteca digitale

Entrata Biblioteca Civica Deaglio Alassio - effe

Alassio | Il Sistema Bibliotecario Urbano di Alassio beneficerà per l’anno 2019 di un contributo economico grazie al valido Progetto presentato al Ministero per i beni e le attività culturali. Grazie alla Legge n. 96 del 2017 vengono annualmente erogati dalla Direzione generale biblioteche e istituti culturali risorse a quei Sistemi bibliotecari che, in ordine con la normativa, presentino un progetto finalizzato alla promozione della lettura o alla tutela e valorizzazione dei patrimoni librari.

offertecooponline

“È una bellissima notizia che conferma l’alto livello qualitativo della nostra Biblioteca” sottolinea il vicesindaco della Città di Alassio Angelo Galtieri. “I servizi culturali sono sempre al centro delle nostre attenzioni e siamo orgogliosi di ricevere per il secondo anno consecutivo questo contributo per migliorare i servizi in favore dell’utenza”.

Il contributo, di 5.600 euro, verrà utilizzato per migliorare l’Angolo morbido della Biblioteca civica, e per implementare i servizi legati al sistema dell’R-Fid e alla Biblioteca digitale.

“Aspettavamo con ansia l’esito dal Ministero sul nostro Progetto presentato – dice il consigliere alla cultura Paola Cassarino – e speravamo tanto in un esito positivo. Così è stato e ne sono particolarmente felice perché i primi beneficiari saranno proprio i bambini più piccoli che si troveranno, appena sbrigate le formalità burocratiche, un Angolo morbido rinnovato, colorato, per passare piacevoli momenti di svago e lettura da noi”. Nelle prossime settimane verranno formalizzati gli adempimenti e al più presto per gli utenti del Sistema Bibliotecario Urbano questo contributo diventerà una piacevole realtà.

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

Ultima revisione articolo: