Nuovo ponte di Genova: cerimonia per il varo del primo impalcato

Conte: “Genova è il simbolo della volontà di rinascita che si sta concretizzando”; Toti: “Chi ha vissuto questo percorso, questo lunghissimo anno, conosce tutte le cose che sono state messe in fila per arrivare a oggi”

Nuovo ponte Genova il presidente del Consiglio Giuseppe Conte alla cerimonia del varo del primo impalcato

Savona / Genova | Procedono i lavori per consegnare al passato il crollo del ponte Morandi. “L’ultima volta che sono stato qui è stato il 14 agosto, in occasione dell’anniversario di questa tragedia, e proprio da questo cantiere dissi che Genova è il simbolo della volontà di rinascita. Questa rinascita si sta concretizzando, e la possiamo vedere con gli occhi, la possiamo toccare con mano”. Parole del presidente del Consiglio Giuseppe Conte oggi a Genova insieme al Ministro per le Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli in occasione del varo del primo impalcato del nuovo viadotto sul Polcevera. In agenda per Conte, dopo la cerimonia del varo, anche l’inaugurazione dello Spazio Ponte a Porta Siberia e i laboratori della Ericsson.


Il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti Paola De Micheli e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte intervengono a Genova alla cerimonia del varo del primo impalcato del nuovo viadotto sul Polcevera (1/10/2019)

Alla cerimonia, insieme al sindaco di Genova Marco Bucci era presentequesta mattina anche il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti: “Ricordo la prima volta che ho visto il disegno di questo ponte nel mio ufficio in Regione, così come mi ricordo come è cominciato questo percorso. Chi ha vissuto questo percorso, questo lunghissimo anno, conosce tutte le cose che sono state messe in fila per arrivare a oggi. Ringrazio il Presidente del Consiglio, il 14 agosto era qui, come c’erano tanti altri ministri dell’allora Governo: pur nella differenza di vedute è stato fatto un lavoro straordinario di collaborazione. Siamo qua per il rispetto per le 43 vittime. Siamo qua e ci saremo ancora molte volte, fino a che non sarà finito, per rispettare le promesse fatte ai cittadini, promesse che sono state mantenute. Nel salire di questo impalcato c’è più di un’opera di ingegneria, c’è la dimostrazione che la buona politica può fare e mantener le promesse: vuol dire che questo Stato è un grande Stato quando è capace di ricostruire un ponte nei tempi previsti”.

“Questa città non si è pianta addosso, si è rimboccata le maniche e ha ricostruito il suo futuro: ogni singola persona che ha lavorato, ogni singolo cittadino che ha portato sulle spalle un pezzettino di questo disagio senza farsi piegare, sono la dimostrazione che l’Italia è un grande paese, che Genova è una grande città e che la Liguria ha grande tenacia. Ringrazio i ragazzi con i caschetti gialli, sentire tanti dialetti diversi quando ci siamo salutati è il miglior simbolo che l’Italia è una e grande, è diversa ma sa unirsi nei momenti difficili. Oggi con il loro sforzo ci stanno aiutando a dare una rappresentazione dell’Italia bella che ci piacerebbe costruire per il futuro” ha concluso Toti. (effe)


IN BREVE | Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte oggi a Genova insieme al Ministro per le Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli in occasione del varo del primo impalcato del nuovo viadotto sul Polcevera. Conte: “Genova è il simbolo della volontà di rinascita che si sta concretizzando”; Toti: “Chi ha vissuto questo percorso, questo lunghissimo anno, conosce tutte le cose che sono state messe in fila per arrivare a oggi”.


Ultima revisione articolo: