Nella Fortezza di Castelfranco la prima edizione del Digital Fiction Festival

Savona / Genova. La prima edizione del Digital Fiction Festival avrà sede all’interno della Fortezza di Castelfranco a Finale Ligure nel periodo 1-4 agosto 2019: quattro giorni intensi e ricchi di attività in cui la Fortezza si animerà di attività incentrate sulla fiction, declinate attraverso proiezioni, incontri, tavole rotonde, master class, musica, mostre fotografiche. Il Digital Fiction Festival presenterà nei primi giorni di agosto 2019 una serie di produzioni provenienti da tutto il mondo selezionate da un’apposita commissione tecnica, tra cui il pubblico sceglierà la serie vincitrice. Nel corso delle serate dedicate alle fiction internazionali in concorso verrà dedicato uno spazio speciale alle serie italiane, con particolare attenzione alle molte realizzate in Liguria. La presentazione “ufficiale” del Festival si è tenuta martedì scorso in conferenza stampa presso la sede della Regione Liguria alla presenza dell’assessore alla Cultura e Spettacolo della Regione Ilaria Cavo, del presidente della Genova Liguria Film Commission Cristina Bolla, dell’assessore alla Cultura del Comune di Finale Ligure Claudio Casanova, del regista Beniamino Catena e deldirettore artistico del Digital Fiction Festival (DFF) Walter Iuzzolino.

promozione tennis sport
Clicca l'offerta

Promozione. 20% di sconto sui prodotti Asics. Valido solo per gli aritcoli inclusi nella categoria speciale. Non cumulabile con altri sconti. Utilizza online questo codice sconto: 20ASICS

Nel portare i saluti dell’ente regionale, l’assessore Cavo ha tenuto a sottolineare come il DFF rappresenti la punta di diamante fra le attività programmate dalla Genova Liguria Film Commission in occasione del ventennale di attività che cade appunto nel 2019. “Vent’anni sono un traguardo importante –afferma l’assessore Ilaria Cavo – li festeggiamo con i numeri in crescita (per quanto riguarda la capacità di Film Commission e della Liguria di essere sempre di più un set per tutti i tipi di produzioni audiovisive) e con un fitto calendario di eventi di qualità”. “Dei ’20 eventi’ organizzati per la ricorrenza, il Digital Fiction Festival è sicuramente uno dei più prestigiosi. L’intento è quello di rilanciare e sottolineare quanto la nostra regione abbia le caratteristiche per ospitare fiction televisive e la Film Commission ha scelto di dare vita a questa manifestazione di quattro giorni interamente dedicata alle serie televisive internazionali appartenenti al settore crime, ancora inedite in Italia per raggiungere lo scopo e porre le basi per un appuntamento ricorrente. Ad ospitare la manifestazione la Fortezza di Castelfranco, spettacolare location che domina Finale Ligure: un eccezionale set naturale che sarà il biglietto da visita della nostra regione. Il Festival punta con decisione anche sulla formazione, attraverso master class tenute da esperti dei diversi ambiti inerenti l’audiovisivo e dedicate alla creazione di figure professionali specializzate. Invitiamo quindi tutti a partecipare al Digital Fiction Festival che vedrà presenze illustri e momenti culturali di grande interesse”.

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

La scelta della Fortezza di Castelfranco come sede del DFF, proposta dall’associazione Culturale E20, è stata sin da subito condivisa, così come il progetto nella sua interezza, dall’amministrazione comunale di Finale Ligure che, attraverso la presenza dell’assessore alla Cultura Claudio Casanova, ha voluto sottolineare il proprio sostegno al Festival come apertura di nuove frontiere di fruizione culturale e turistica del finalese. La presidente della Genova Liguria Film Commission, Cristina Bolla, dopo aver ringraziato i partner e tutti i registi, sceneggiatori e professionisti che stanno collaborando alla creazione del DFF, e ricordato che il Festival gode del patrocinio della Rai e conta come media partner su Rai Fiction, ha sottolineato come la manifestazione si inscriva nel lavoro sullo sceneggiato televisivo a cui la Film Commission si sta dedicando da tempo, e quanto la presenza del Direttore Artistico del Festival, Walter Iuzzolino – genovese di nascita e londinese di adozione –, uno fra i più grandi esperti internazionali di fiction, editor del canale britannico Channel 4 e ideatore del servizio di streaming Walter Presents, rappresenti per la Liguria un’occasione di altissimo profilo e il fiore all’occhiello delle celebrazioni per il ventennale di attività dalla Film Commission.

Lo spunto creativo, poi, per la scelta di Finale Ligure come sede del DFF, è venuto dal regista Beniamino Catena e dalla sua Rosy Abate, fiction di grande successo che proprio nel territorio finalese e nella Riviera di Ponente è stata girata. Il DFF nasce ad agosto tra il Festival di Cannes, il Festival di Venezia e il Festival di Roma, con l’obiettivo ambizioso di divenire un appuntamento fisso negli anni e, soprattutto, di avere una connotazione ben precisa, elemento non trascurabile quando ci si confronta con programmazioni di livello internazionale. “L’attività legata alla produzione di audiovisivi in Liguria –ha concluso Cristina Bolla – rappresenta una spinta importante sia per la veicolazione della conoscenza del territorio, anche dal punto di vista turistico, sia per ciò che riguarda la ricaduta occupazionale ed economica essendo il comparto produttivo di fiction e film, ad oggi, uno fra i più attivi e dinamici della regione”. “L’idea che sottende il DFF – ha illustrato Walter Iuzzolino, direttore artistico del Festival – è quella di offrire al pubblico italiano il meglio delle produzioni internazionali nel settore fiction, consentendo di ampliare la conoscenza del genere grazie alla presentazione di prodotti in prima assoluta per l’Italia. “Da qualche anno a questa parte la fiction è riuscita a intercettare non solo un nuovo pubblico, ma soprattutto il meglio per ciò che riguarda l’aspetto artistico – continua Iuzzolino – notissimi sceneggiatori, registi e attori lavorano ormai stabilmente in questo settore. Il genere fiction è riuscito infatti a divenire un’alternativa di pregio al cinema, in particolare quello americano, offrendo una proposta estremamente sofisticata e di ampio respiro; questa nuova linfa si è quindi trasformata in un’occasione di fruizione con livelli di audience importanti, grazie anche alle possibilità di consumo personalizzate offerte dalle nuove tecnologie. Il regista Beniamino Catena, da sempre affezionato al territorio ligure, con l’occasione, ha presentato in esclusiva il teaser della sua nuova creatura, il film VERA – produzione italo-cilena – girato tra la Riviera di Ponente e il Cile, che vedrà la luce nel 2020. (effe)

Clicca l'offerta

In promozione. Tempo di decorare! Luci e decorazioni natalizie per il tuo albero e la tua casa

Ultima revisione articolo: