Alassio, ripascimento spiagge: in (lunga) attesa dei fondi della Regione il Comune mette a bilancio 150mila euro

Angelo Galtieri

Alassio. Dal Comune 150mila Euro di fondi proprio per le spiagge: la variazione di bilancio sarà votata al prossimo Consiglio Comunale, il 27 giugno, in attesa che si chiuda la conferenza dei servizi in Regione Liguria. Venerdì scorso un concitato incontro tra Amministrazione Comunale e Associazione Bagni Marini. Sul tavolo il problema del ripascimento e dei fondi che, purtroppo, non sono ancora pervenuti in Regione e di conseguenza al Comune di Alassio. Si tratta dei 500mila euro con cui la Protezione Civile risarciva il Comune per gli interventi in somma urgenza realizzati nell’immediato dopo mareggiata e che il Comune si era impegnato a devolvere per il ripascimento straordinario delle spiagge. A fronte dell’oggettivo stato di emergenza del litorale alassino, quindi,  il Comune di Alassio ha inteso avviare le pratiche affinché nel prossimo Consiglio Comunale, il 27 giugno, sia possibile sottoporre all’assemblea consigliare una Variazione di Bilancio che consenta al Comune di compartecipare al ripascimento straordinario delle spiagge alassine per 150 mila euro.

“Nel frattempo in Regione prosegue la conferenza dei servizi avviata su input dell’Associazione Bagni Marini, che dovrà recepire le integrazioni richieste alla Associazione Bagni Marini e integrate a fine maggio per procedere poi a modificare il destinatario di questa autorizzazione in capo al Comune che procederà con una gara ad invito a tre ditte per l’assegnazione urgente dei lavori”. “Spiace constatare – la dichiarazione è di Angelo Galtieri, vice sindaco di Alassio – che altre Regioni siano state ben più solerti e concrete nel sostegno agli enti locali colpiti dalle mareggiate dell’autunno scorso. Un esempio su tutte, quello della Regione Toscana che all’indomani dell’evento ha avviato 39 interventi di ripristino, riprofilatura degli arenili e riposizionamento dei massi di scogliera delle opere danneggiate che fanno parte del masterplan della costa: un progetto da 14.5 milioni di euro di risorse regionali redatto dagli uffici regionali. Spiace vedere invece come, al di là di tanti proclami di taluni consiglieri, gli enti locali della Liguria siano stati lasciati soli nella gestione di questa emergenza”. “Il presente comunicato – proseguono dall’amministrazione – costituisce un appello accorato all’Assessore al Demanio Marco Scajola e al presidente della commissione Bilancio Angelo Vaccarezza per un sollecito alle strutture tecniche della Regione per la chiusura della conferenza dei servizi”. (effe)

Ultima revisione articolo: