La Dolce Vita delle automobili sfila ad Alassio al primo concorso di eleganza per auto d’epoca

Alassio. Nel pomeriggio anteprima del restyling del frontale della Sibylla,  prototipo elettrico della GFG Style. La città di Alassio si prepara a rivivere i fasti degli anni della Dolce Vita durante il primo weekend di maggio grazie alla prima edizione del Concorso di Eleganza per auto d’epoca “Alassio Classic”. Stamani la Baia del Sole e il Grand Hotel di Alassio sono stati la cornice della presentazione dell’evento che già dal pomeriggio animerà la città con l’arrivo delle prime vetture. L’evento organizzato da Auto Classic, con il patrocinio del Comune di Alassio e in collaborazione con l’agenzia di comunicazione Between, porterà infatti nella romantica cittadina della Riviera Ligure una selezione di vetture storiche provenienti da importanti collezioni e musei dell’auto.

RobertoMichels

Auto che hanno fatto la storia del design, che hanno reso indimenticabili scene di film o che più semplicemente sono entrate nel nostro immaginario di un’eleganza senza tempo. La Ferrari 750 Monza, la Bugatti 37, le supersportive come le Lamborghini Miura e la più moderna Countach, prototipi, esemplari unici e auto da sogno come la Lancia Aurelia B24 protagonista del film “Il Sorpasso” e la premiatissima Bugatti 49 del Museo Nicolis, grande protagonista dei Concorsi d’Eleganza Internazionali insieme all’Alfa Romeo Villa d’Este del Museo Righini e la Giulietta Spider Prototipo della Collezione Lopresto. Come le miss che per sessant’anni hanno portato la loro bellezza lungo le strade di Alassio per aggiudicarsi l’ambito titolo di Miss Muretto, queste bellissime automobili sfileranno sotto gli occhi di una Giuria di altissimo livello per conquistare il Trofeo Best in Show realizzato dal genio e dalla fantasia della GFG Style di Giorgetto e Fabrizio Giugiaro.

Le auto arriveranno dunque già nel pomeriggio di oggi e potranno essere ammirate per buona parte del weekend in Piazza Partigiani. Non solo: dal pomeriggio di oggi nello spazio antistante l’ingresso del Grand Hotel di Alassio sarà possibile ammirare in anteprima assoluta il nuovo frontale della Sibylla, il prototipo elettrico della GFG Style. L’appuntamento per la sfilata lungo il Muretto invece è per Sabato 4 maggio alle ore 18.  Nella Giuria presieduta da Paolo Tumminelli, curatore di Grand Basel e storico dell’auto, sarà presente il grande designer Giorgetto Giugiaro insieme a Luciano Bertolero, grande esperto Ferrari e fondatore di Auto Classic, David Giudici direttore di Ruoteclassiche la rivista di auto d’epoca più importante in Italia, Alberto Vassallo fondatore di Car&Vintage piattaforma social tra le più seguite su Instagram e Ronnie Kessel pilota, dealer e ambasciatore Ferrari tra i più conosciuti al mondo. Per loro una postazione di privilegio al primo piano del Caffè Roma da cui potranno assister alla sfilata e eleggere appunto la reginetta di bellezza.

Simone Bertolero, organizzatore dell’evento,  presenterà la sfilata a bordo di una Fiat 500 Spiaggina rossa simile a quella dell’indimenticato Mario Berrino,che già durante la conferenza stampa non ha mancato di attrarre curiosi e appassionati per foto e selfie. Ad affiancarlo ci sarà la giornalista Savina Confaloni, uno dei volti più apprezzati e conosciuti del mondo dell’auto. Dopo il Concorso d’Eleganza di Alassio gli organizzatori danno appuntamento ai collezionisti e agli appassionati di auto storiche il 22 giugno a Torino per la prima edizione del Concorso d’Eleganza Parco Valentino Classic a cui seguirà il 7 luglio in Costa Smeralda la quarta edizione di Poltu Quatu Classic, il Concorso d’Eleganza più glamour dell’estate italiana che è entrato a far parte dei grandi eventi internazionali patrocinati dalla FIVA. “Un onore per noi poter ospitare un evento di tanta allure e fama – ha aggiunto Angelo Galtieri, Assessore al Turismo del Comune di Alassio – un onore anche entrare a far parte di un circuito che ci lega a Torino, patria dell’auto italiana, e Poltu Quatu, come noi, una splendida località turistica meta privilegiata di un turismo d’elite”.

Ultima revisione articolo: