L’Associazione nazionale “Le Donne del Vino” e la Liguria

Savona / Verona. L’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, la cui costituzione risale al 1988 (fu presentata in occasione di Vinitaly, vetrina mondiale dell’enologia e del suo indotto, che si tiene ogni anno in Fiera a Verona) con una ventina di socie, ha come obiettivo di promuovere la conoscenza e la cultura del vino attraverso il contributo di esperienze e conoscenze di donne impegnate in questa mission in settori diversi, ma complementari. L’Associazione “fu anticipatrice della grande evoluzione della presenza femminile nel variegato mondo del vino consentendo al sodalizio di contare oggi su oltre 800 socie, rappresentative di tutte le regioni d’Italia, ognuna con una propria delegazione. Per essere ammesse nell’associazione occorre avere un vissuto professionale legato alla vigna e alla cantina e da qui alla tavola, quindi produttrici, ristoratrici, sommelier, enologhe, giornaliste, carta stampata, blogger, responsabili della comunicazione e del marketing, donne sempre e comunque frizzanti!”. La Liguria, terra di montagne e colline, con coste alte e frastagliate che scendono a strapiombo sul mare per arrivare a piccole spiagge di sabbia finissima, con terreni e microclimi estremamente particolari che rendono unici i suoi vini, con vigneti spesso difficili da coltivare stretti come sono fra monti e mare, avara di spazi ma ricca di panorami mozzafiato e di località turistiche famose in tutto il mondo, raduna nella sua delegazione regionale “Le Donne del Vino”, signore che ne rappresentano le più varie sfaccettature.

Delegazione Ligure Donne del Vino

    null
  • Pervinca Tiranini (Ristoratrice) Ristorante Mare Hotel (SV) – Delegata Regionale
  • Fiammetta Malagoli (Avvocato) Studio Legale Malagoli – Genova – Vice Delegata
  • Cinzia Mattioli (Ristoratrice) Ristorante DOC – Borgio Verezzi (SV) – Consigliera Nazionale
  • Laura Angelini (Produttrice) – Az. La Pietra del Focolare – Ortonovo (SP)
  • Daniela Bernini (Ufficio stampa e comunicazione) Dimensione Riviera Pr. – Recco (Ge)
  • Emanuela Biffi (Produttrice) – Azienda Vitivinicola Enrico Dario – Bastia d’ Albenga (SV)
  • Paola Bisso (Ristoratrice) Ristorante Da O Vittorio – Recco (GE)
  • Maria Pia Bogazzi (Ristoratrice) Ristorante Sottosale di Finale Ligure (SV)
  • Sabrina Botti (Ristoratrice) Ristorante La Cantina del Vescovo – Sarzana (SP)
  • Suzanne Branciforte (Giornalista) – Genova
  • Veronika Crevelius (Giornalista) – Pantasina – Vasia (IM)
  • Lorena Germano (Ristoratrice) Ristorante Quintilio di Altare (SV)
  • Marisa Musetti (Sommelier) Pontremoli (MS)
  • Laura Oliveri (Produttrice) Az. Agr. Durin – Ortovero (SV)
  • Alessandra Pocaterra (Sommelier) Genova
  • Gioconda Pomella (Giornalista) Genova
  • Paola Rogai (Sommelier) – Genova
  • Cinzia Tosetti (Giornalista) – Cairo Montenotte (SV)

Le socie liguri per l’anno in corso hanno già partecipato attivamente alla Festa delle Donne del Vino «Donne vino e design», un evento diffuso che si è svolto lo scorso mese di marzo in tutte le regioni italiane in occasione della Festa della donna, con incontri nelle cantine, nei ristoranti, nelle enoteche ed attività diverse delle socie. Convegni, piccole mostre, incontri, conversazioni, degustazioni, eleganza e ricercatezza ma anche tradizione e semplicità, sempre con quel tocco in più che solo la donna può dare. Hanno inoltre condiviso “La Carta dei Diritti della Bambina” che fornisce una lettura in chiave di genere della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, del 1989. Redatta e approvata dalla BPW Europe nel 1997, non costituisce una contrapposizione di genere, ma è basata sulla consapevolezza delle differenze tra donne e uomini, sotto i vari aspetti, tanto fisici quanto emozionali. Per questo, la Carta è la premessa fondamentale per il riconoscimento e l‘affermazione sin dalla nascita dei diritti della donna. Le Donne del Vino liguri, in particolare in questo momento in cui la Presidenza della Consulta Femminile di Genova fa capo proprio alla vice-delegata Donne del Vino Liguria Avv. Fiammetta Malagoli, ne condividono e sostengono i contenuti avendo a cuore la tutela della donne convinte che sia necessario agire perchè il rispetto di genere diventi un’abitudine.

Il prossimo evento organizzato dall’Associazione Nazionale Le Donne del vino in collaborazione con Veronafiere, sarà la festa di fine Vinitaly al Palazzo della Gran Guardia, mercoledì 10 aprile. Durante la serata, la squadra di Servizio Donne del Vino, referente Cinzia Mattioli, servirà bottiglie di tutta Italia in uno spettacolare banco d’assaggio con oltre cento etichette di vino fra le quali quelle della Liguria. La delegazione Liguria sta già anche pensando alle “Cene con le produttrici”, serate speciali organizzate solitamente in primavera ed inizio estate, in cui le ristoratrici regionali sposano i propri menù con i vini delle produttrici delle altre regioni, ogni anno una diversa. Presto verrà comunicato il calendario e la regione d’Italia con i cui vini le ristoratrici liguri coniugheranno i piatti più tipici della tradizione regionale.