Variazioni storiche nell’ecologia delle risorse pastorali del bacino del Centa

Pecore brigasche al pascolo ad Albenga

Albenga. Dopo le lezioni tenute nello scorso anno dai professori Carlo Montanari e Diego Moreno dell’Università di Genova sul bacino del Centa nei suoi aspetti botanici sia archeologici sia attuali, il prof. Moreno torna sabato prossimo – 30 marzo – alle ore 16,30 a Palazzo Peloso Cepolla, sede dell’Istituto di Studi Liguri, sul tema dello studio dell’ambiente, con la relazione “Variazioni storiche nell’ecologia delle risorse pastorali del bacino del Centa”.

Palazzo Peloso Cepolla

L’Istituto di Studi Liguri, “nella sua ormai lunga tradizione di ricerche pluridisciplinari – è d’obbligo ricordare i fondamentali studi linguistici e ambientali realizzati nei primi anni Trenta del Novecento da Nino Lamboglia sul territorio di Alassio e Laigueglia, tuttora attualissimi – propone ai soci e all’ampio pubblico di persone interessate allo studio e di conseguenza alla tutela del nostro territorio la lezione del prof. Moreno che dimostra come la ricerca su più campi apra affascinanti prospettive di studio e possa essere alla base di progetti attuali nella ecologia e nelle risorse ambientali”. Lo studio è stato realizzato utilizzando come fonte la memoria degli ultimi pastori transumanti: “opportunamente interrogata – attraverso una raccolta di fonti orali – ci proverà che assieme ai popolamenti vegetali anche i popolamenti di animali “selvatici” dell’alto bacino del Centa hanno subito variazioni in età storica nella loro distribuzione spaziale, variazioni particolarmente evidenti durante l’ ultimo secolo. Una strana storia di pastori e serpenti abbandona la sua dimensione apparentemente fiabesca per testimoniare gli effetti ambientali più complessivi della avvenuta variazione dei usi del suolo pastorale”.