Spotorno, consegna della Bandiera Verde (foto)

Martedì 5 giugno alle ore 14,30 presso la Sala Convegni di Spotorno è avvenuta la manifestazione di consegna della certificazione Bandiera Verde da parte di della signora Albina Savastano, quale rappresentante della FEE Italia – Regione Liguria.
Presente alla consegna, come amministratore del Comune di Spotorno, Gian Luca Giudice con la delega all’educazione ambientale, la dirigente scolastica Silvana Zanchi, il sindaco dei Ragazzi Ermira Kodra e le insegnanti referenti del progetto EcoShoools: Debora Becco per la scuola dell’infanzia, Margherita Abrate per la scuola primaria e Damiano Giacchello per la secondaria.

“EcoSchools – afferma il Sindaco Mattia Fiorini del Comune di Spotorno è uno dei programmi internazionali della FEE (Foundation for Environmental Education, Fondazione per l’Educazione Ambientale) per l’educazione, la gestione e la certificazione ambientale delle scuole che intendono promuovere la sostenibilità attraverso l’educazione ambientale e la gestione ecologica dell’edificio scolastico. Il programma è rivolto alle scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado che decidono di intraprendere un percorso volto alla diffusione di comportamenti sostenibili per la salvaguardia ambientale. La combinazione di teoria e azione rendono EcoSchools
uno strumento ideale per la diminuzione dell’impatto ambientale della comunità scolastica e per la diffusione di buone pratiche ambientali tra i giovani, le famiglie, le autorità locali e i diversi rappresentanti della società civile. A tal proposito la nostra amministrazione, ad esempio, fa la sua parte nel preservare l’ambiente con l’adozione nella pubblica illuminazione della tecnologia a led.”

“A questa edizione del progetto EcoSchools – continua Giudice ha aderito la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado. Tutti gli alunni, dai piccini dell’infanzia ai ragazzi della secondaria, hanno lavorato sulla sensibilizzazione alla raccolta differenziata della comunità scolastica, al fine di ridurre il proprio impatto ambientale. Il percorso didattico ha tenuto conto delle differenti età degli alunni, spaziando tra il gioco e la creatività della scuola dell’infanzia, per impegnarsi in azioni più consapevoli sulla raccolta differenziata nella scuola e sulle azioni virtuose da compiere ogni giorno, a scuola e fuori dall’aula. Tutti comunque alla fine del progetto, con le proprie competenze, hanno prodotto un ecocodice, cioè le buone norme per fare bene la raccolta differenziata nella propria scuola e nel proprio territorio. EcoSchools infatti è un programma che coinvolge tutta la scuola in un percorso virtuoso che culmina con la certificazione e l’assegnazione della Bandiera Verde. La scuola che aderisce al programma decide di orientare la gestione dei propri edifici e la didattica ai principi della sostenibilità, intesa come disciplina trasversale e primaria nel legame tra scuola e territorio. La consegna della Bandiera Verde, mi preme evidenziare, è avvenuta in un giorno simbolico per l’educazione ambientale: il 5 giugno infatti è la giornata mondiale dell’ambiente”.

La Giornata Mondiale dell’Ambiente è una ricorrenza che tutti quanti dovremmo ricordare: cade ogni anno il 5 giugno ed è l’occasione giusta per riflettere sulle problematiche che affliggono il nostro Pianeta. Ormai sentiamo sempre più spesso parlare di inquinamento ambientale, di surriscaldamento globale, di effetto serra e di cambiamenti climatici: tutte tematiche urgenti ma ancora non avvertite da moltissime persone. Nella Giornata Mondiale dell’Ambiente però non possiamo rimanere indifferenti: dovremmo tutti rimboccarci le maniche e nel nostro piccolo cercare di fare qualcosa: dai genitori agli alunni della scuola. Vale la pena citare un paio di esempi per tutti: i bambini dell’infanzia hanno prodotto un ecocodice realizzato con materiale di riciclo dove sono scritte le buone pratiche da seguire, rivolte ai piccoli ma soprattutto agli adulti. Ad esempio è stato inserito nell’ecocodice il messaggio, rivolto ai grandi, di non buttare i mozziconi di sigaretta sulle spiaggia o in mare, e un successivo punto invita a non mettere nel secchiello da spiaggia meduse e altri animali per evitare una triste fine dopo una breve parentesi di gioco.”

Le scuole iscritte alla campagna annuale della rete EcoSchools hanno
costituito all’inizio dell’anno scolastico un ecocomitato per ogni plesso,
composto da rappresentanti delle scuole, del Comune, da associazioni, rappresentanti genitori, membri del consiglio comunale dei ragazzi, enti e aziende del territorio. Erano infatti presenti alla cerimonia di consegna della Bandiera Verde Olimpia Sub, il Centro Sociale Anziani, il Melograno e Azienda per Servizi alla persona ASP Siccardi Berninzoni. Nel progetto ecoschools, infine, si metteno in evidenza i contributi didattici di SAT – Servizi Ambientali Territoriali Ambientali operatore della raccolta rifiuti nel Comune di Spotorno.