Loano, una lezione-spettacolo di guida sicura

auto contachilometri

Loano. Venerdì 8 giugno l’istituto Falcone di Loano ospiterà una lezione-spettacolo di guida sicura organizzata dal comando di polizia municipale in collaborazione con il Consorzio Guida Sicura. L’evento, patrocinato dall’assessorato alla polizia municipale del Comune, rientra nell’ambito delle attività di educazione stradale che l’amministrazione porta avanti da anni in tutte le scuole di ogni ordine e grado del territorio loanese.

Dopo una lezione in aula a classi unificate condotta dagli agenti della polizia municipale di Loano, i ragazzi del quarto anno si sposteranno in cortile per assistere ad una lezione di guida in situazioni di pericolo: i veicoli, condotti da personale Aci specializzato che da tempo collabora con il comando di polizia municipale, si muoveranno su speciali tappeti in grado di simulare lo stato della strada nelle diverse condizioni meteo (ad esempio pioggia o ghiaccio). Tramite queste dimostrazioni, gli autisti forniranno utili informazioni circa l’utilizzo adeguato di freni e volante a seconda delle circostanze.

La manifestazione (che anche quest’anno l’amministrazione comunale ha voluto portare presso l’istituto superiore) fa parte di un “Safety Tour”, un programma di sicurezza stradale itinerante già collaudato a livello nazionale.

“Purtroppo – spiegano l’assessore alla polizia municipale Enrica Rocca ed il comandante Gianluigi Soro – le statistiche ufficiali affermano che il 40 per cento dei neopatentati è implicato in un incidente stradale entro i primi tre anni dal conseguimento della licenza di guida. Secondo gli studi più attuali, per ridurre al minimo questo rischio è necessario mettere in atto iniziative di prevenzione che coinvolgano soprattutto i giovani autisti in attività. Le più efficaci sono quelle nelle quali i ragazzi si ritrovano a simulare situazioni di pericolo reale: ciò li porta a sperimentare in prima persona i potenziali rischi ai quali sono esposti e ad assimilare meglio le strategie da mettere in atto in caso di necessità. Si tratta di strumenti che riteniamo molto efficaci per parlare di sicurezza stradale”.