Savona, assemblea provinciale di Sinistra Italiana

Sabato pomeriggio alle ore 15,00 presso il Circolo Artisi di Savona, Salita San Giacomo, si terrà l’assemblea provinciale di Sinistra Italiana, Garante della stessa l’Avv. Mario Noberasco.

«C’è alternativa alla guerra, alla società ingiusta, allo sfruttamento del lavoro, alle crescenti diseguaglianze, al degrado della biosfera, all’oppressione di genere, al decadimento della democrazia e della libertà» sostengono i militanti di Sinistra Italiana: «C’è alternativa al neoliberismo e alle istituzioni, sovranazionali e nazionali, che ne condividono o ne subiscono passivamente la logica: una politica che serve a chi ne ha bisogno, una sinistra restituita al popolo, un partito come strumento di riscatto ed emancipazione. Questa è la nostra sfida: la crisi che stiamo vivendo non è solo economica, ma coinvolge profondamente la natura stessa della politica. La prima domanda che ci dobbiamo porre, nel costruire una nuova forza politica, è: a chi e a che cosa serve la politica? Negli ultimi trent’anni la politica è diventata ancella di un’economia che ha allargato la forbice delle diseguaglianze, destrutturato i diritti e impoverito milioni di persone. Per noi restano fondanti i valori dell’antifascismo, della libertà e della giustizia sociale, valori fondanti da cui vogliamo ripartire per costruire un’offerta politica nuova».

«Vogliamo riaffermare il senso e l’utilità dell’azione politica – commenta Walter Sparso – facendo prima di tutto una scelta netta, schierandoci dalla parte di chi non ha ricchezza né potere, di chi è oppresso e sfruttato, di chi vive del proprio lavoro, di chi vorrebbe farlo ma non può e di chi un lavoro neanche lo cerca più. Ma nella nostra società non c’è solo sofferenza e imbarbarimento: ci sono pratiche di organizzazione e resistenza, ci sono saperi diffusi ed esperienze condivise, c’è la generazione più istruita della storia del nostro paese. Stiamo costruendo un soggetto politico più utile agli altri che a sé stesso, con programmi e valori radicali come radicali sono i problemi del nostro tempo e le fatiche del nostro vivere quotidiano».

Sinistra Italiana intende «rivendicare autonomia nell’azione politica, sociale e ideale per incidere sulla vita concreta delle persone, per un cambiamento della società, per una riforma intellettuale e morale. Per questo serve un soggetto politico che agisca in discontinuità con la storia recente di chi ha tutelato più gli interessi dell’establishment piuttosto che le fasce popolari e del ceto medio che si impoverisce in termini materiali e di diritti. Un soggetto politico che radicandosi raccolga le istanze di giustizia sociale ed emancipazione collettiva, e rappresenti i bisogni di coloro che nella società non si arrendono all’egoismo e alla solitudine. Mai come in questo momento, e soprattutto nelle attuali difficili condizioni della nostra Liguria, ed ancor più della provincia di Savona, si sente la necessità di intrepretare e svolgere un ruolo nuovo portando le istanze dei soggetti deboli al centro del dibattito».